Nostalgia Canaglia: Ibrahim Ba Nostalgia Canaglia: Ibrahim Ba
«Questo Ba e’ il nostro beaujolais nouveau: frizzante, spumeggiante, ma anche molto tecnico» (Silvio Berlusconi) Chi di voi non si ricorda questo strambo calciatore... Nostalgia Canaglia: Ibrahim Ba

«Questo Ba e’ il nostro beaujolais nouveau: frizzante, spumeggiante, ma anche molto tecnico»
(Silvio Berlusconi)

Chi di voi non si ricorda questo strambo calciatore di colore, dai capelli biondo platino? Bè in tal caso, oltre ad essere delle gran brutte persone, vi rinfreschiamo la memoria noi con questo speciale Nostalgia Canaglia dedicato all’immenso Ibrahim Ibou Ba.

Ba nasce in Senegal, nella capitale Dakar, il 12 novembre 1973 ma si trasferisce quasi subito in Francia, ottenendo così la doppia nazionalità.

Gli esordi in Francia lasciano presagire un futuro luminoso per questo che sembra, a tutti gli effetti, un talento in procinto di esplodere. In particolare l’ottima stagione al Bordeaux, condita da 6 goal in 35 apparizioni, gli vale giovanissimo la chiamata della nazionale che, di li a poco, si appresterà ad ospitare il mondiale.

Le sue prestazioni in terra francese stregano anche un presidente in quegli anni molto attento al calcio, Silvio Berlusconi, che sborsando 11,5 miliardi di lire non se lo lascia sfuggire. Arriva a Milano e diventa immediatamente idolo della folla, un po’ per il suo look bizzarro un po’ perché va a segno già nella prima amichevole contro il Monza.

I tifosi rossoneri si illudono di aver scovato l’ennesimo fenomeno ma si dovranno ben presto ricredere. Ad alimentare le illusioni arriva anche il goal nella prima gara casalinga del campionato ’97-’98 contro la Lazio. Quel che ancora i tifosi non immaginano è che questo rimarrà l’unico goal realizzato nel primo biennio rossonero. Ad onor del vero il centrocampista franco-senegalese entra in moltissime azioni da goal rossonere, regalando 11 assist ai compagni nella prima stagione che si concluderà con un misero decimo posto. Con l’avvento di Zaccheroni trova sempre meno spazio tra i titolari e, al termine della stagione ’98-’99 decide che la sua prima esperienza milanese può terminare.

“In Francia prima di una partita ascoltavo musica negli spogliatoi, oppure chiacchieravo con un compagno. Qui al Milan vedevo Costacurta e Albertini che mi dicevano di fare silenzio ed essere concentrato”.

eroibanner

Ibou vuole rilanciarsi in una squadra di provincia dove, pur non lottando per grossi traguardi, possa mettersi in mostra. Questa squadra è il Perugia. Ed in effetti già alla prima giornata non si fa altro che parlar di lui. Ibrahim rifila una capocciata tremenda a Macellari del Cagliari e si prende subito 4 giornate di squalifica, con l’utilizzo, per la prima volta nel nostro paese, della prova tv.

Rientra e tempo poche partite si rompe il tendine rotuleo, infortunio che lo terrà fermo per tutta la stagione. Inizia una lenta agonia che lo porterà a peregrinare tra Milan, Olympique Marsiglia, Bolton e Djurgården senza riuscire ad incidere né a giocare con continuità.

Nel 2007-2008 prova a giocarsi l’ultimo jolly in maglia rossonera, ma è in condizioni fisiche molto precarie e non vedrà mai il campo. Nonostante ciò verrà mantenuto in rosa in quanto considerato una sorta di amuleto portafortuna. Si ritira dal calcio giocato all’età di 35 anni e gli viene offerto un ruolo di osservatore per il continente africano. Non di rado lo si può vedere in qualche campetto da calcetto della periferia milanese con l’amico Bobo Vieri, con il quale forma una coppia molto affiatata.

«Perche’ ho convocato Ba? Perche’ mi e’ simpatico»
(Carlo Ancelotti in una dichiarazione prima di Milan- Napoli nel 2008)

Related Posts

Zlatan Ibrahimovic sa ancora inventarsi gol da Ibra

2019-06-03 08:19:24
delinquentidelpallone

18

Luka Modric e la nostalgia di Cristiano Ronaldo

2019-03-05 08:59:39
delinquentidelpallone

18

Zlatan Ibrahimovic ha svelato la sua top 11

2018-12-02 14:00:08
delinquentidelpallone

18

La prima espulsione di Ibrahimovic in MLS

2018-05-21 20:12:11
pagolo

18

Zlatan Ibrahimovic non andrà ai Mondiali

2018-04-26 13:09:08
delinquentidelpallone

18

Il nuovo tatuaggio di Zlatan Ibrahimovic non passa inosservato

2018-01-21 20:48:20
delinquentidelpallone

18

La polemica di Zlatan Ibrahimovic

2018-01-04 10:25:21
delinquentidelpallone

18

Ancora problemi per Zlatan Ibrahimovic

2018-01-01 11:44:48
pagolo

18

Il curioso caso di Ibrahima Mbaye

2017-11-27 14:13:53
pagolo

18