Anselmo Robbiati nasce a Lecco il 1 gennaio del 1970 e si forma calcisticamente nelle giovanili del Monza, con la cui maglia fa anche...

Anselmo Robbiati nasce a Lecco il 1 gennaio del 1970 e si forma calcisticamente nelle giovanili del Monza, con la cui maglia fa anche l’esordio in serie C nella stagione 1987-88. Con la casacca biancorossa disputerà 6 stagioni, fino alla chiamata più importante della sua carriera: quella della Fiorentina, che arriva nel 1993, con i viola appena scesi in Serie B.

Con la maglia della Fiorentina Robbiati diventa lo Spadino che tutti conosciamo. E’ uno dei giocatori più caldi quando si tratta di entrare dalla panchina e risolvere la partita. In maglia viola disputerà 155 partite segnando 27 reti e, proprio per il suo essere spesso decisivo, si guadagnerà anche un altro soprannome, Sant’Anselmo da Lecco. Dopo Firenze (dove vince una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana) la sua carriera intraprende una parabola discendente, vestirà le maglie di Napoli e Inter, prima di un ritorno di fiamma in maglia viola nel 2002. L’ultima avventura in campo al Figline nel 2006, in Lega Pro, in coppia con Enrico Chiesa. Nel 2009 si ritira, oggi è il direttore sportivo proprio del Figline.