10 cose che ci mancano da morire del calcio di una volta 10 cose che ci mancano da morire del calcio di una volta
Il calcio è il gioco più bello del mondo, noi dubbi non ne abbiamo. Solo che, fino a qualche anno fa, per quelli come... 10 cose che ci mancano da morire del calcio di una volta

Il calcio è il gioco più bello del mondo, noi dubbi non ne abbiamo. Solo che, fino a qualche anno fa, per quelli come noi dal cuore romantico, il calcio era tutta un’altra cosa. Prima dell’avvento delle pay tv, dei social network, del calcio moderno, questo gioco era tutta un’altra cosa. Era tutta un’altra magia.

Per questo abbiamo raccolto le 10 cose del calcio di una volta che ci mancano da morire. E abbiamo fatto fatica a rimanere composti.

lulu1

Le divise da gioco

Prima che il calcio finisse nelle mani di improvvidi stilisti a caccia della novità rivoluzionaria, prima che le seconde e terze maglie diventassero terreno di esplorazione per esperimenti temerari, dall’utilizzo di colori fluo, al mimetico, allo sconvolgimento dei simboli tradizionali delle nostre amate divise, le maglie da calcio erano un oggetto di culto.

Divise larghissime, colori che non cambiavano quasi mai, sicurezze intramontabili. Fino a una decina di anni fa l’attaccamento alla maglia era anche questione di divisa.

I campionati equilibrati

C’era una volta la serie A delle Sette Sorelle. Campionati equilibratissimi in cui anche le prime della classe potevano perdere punti sui campi delle squadre in lotta per non retrocedere. Campionati incerti fino all’ultimo in cui finchè la matematica non aveva espresso le sue sentenze non si poteva mollare di un attimo l’attenzione.

Con tutto il rispetto per la Juventus dei quattro scudetti in fila, ci manca da morire l’incertezza di attendere l’ultima giornata per sapere chi si porterà a casa il tricolore. Forse, quest’anno, saremo comunque accontentati in questo senso…

Related Posts
Next page