Non solo internet: tutti i divieti di Guardiola al Manchester City Non solo internet: tutti i divieti di Guardiola al Manchester City
Nei giorni scorsi, hanno fatto parecchio discutere le parole di Pablo Zabaleta, difensore del Manchester City, che aveva confessato che, con l’arrivo di Pep... Non solo internet: tutti i divieti di Guardiola al Manchester City

Nei giorni scorsi, hanno fatto parecchio discutere le parole di Pablo Zabaleta, difensore del Manchester City, che aveva confessato che, con l’arrivo di Pep Guardiola sulla panchina dei Citizens, erano stati imposti diversi divieti, tra cui quello riguardante la connessione internet.

Ci costringe a fare colazione e a pranzare tutti assieme. Inoltre, ci ha vietato l’uso di internet e fatto togliere il wifi. Praticamente siamo isolati“. Così si era espresso, nei giorni scorsi, il difensore argentino, e in molti avevano deciso di schierarsi a favore o contro la decisione del nuovo allenatore del Manchester City.

Il quotidiano The Sun, invece, ha messo insieme (raccogliendo tra le testimonianze, sfoghi e voci di corridodio) gli altri divieti e regole che Pep avrebbe imposto ai Citizens, stilando una lista delle 8 cose che, oltre internet, sono state vietate dal suo arrivo. Una lista che, come scoprirete, si colloca tra il serio e il faceto, ironizzando anche su altri accadimenti che sono successi dall’arrivo di Guardiola…

Ecco comunque le altre sette cose a cui Guardiola ha detto STOP:

1. I giocatori grassi

Questa è stata una delle prime novità introdotte da Guardiola: appena arrivato a Manchester, infatti, il tecnico ha messo in chiaro questa cosa. Chi non è in una forma fisica adeguata, con lui non vede il campo.

2. La pizza

E, appunto, il non essere grassi passa anche da una corretta alimentazione. Per cui i giocatori del City, a meno di miracoli, possono scordarsi il sapore della pizza….

3. I succhi di frutta

Anche questa è notizia confermata, da Gael Clichy nello specifico: i succhi di frutta sono stati banditi dalla dieta dei giocatori del Manchester City (almeno quelli ricchi di zuccheri, immaginiamo)




4. Yaya Tourè e il suo agente

Ok, questo non è un vero e proprio divieto. Ma da quando è arrivato in Inghilterra, Yaya Tourè è finito praticamente in esilio, insieme alle paturnie del suo agente.

5. Le cene fuori con mogli e fidanzate

Vietato mangiare fuori con mogli e fidanzate: chissà se però davvero tutti tengono fede a questo divieto.

6. I portieri che non ci sanno fare con i piedi

Citofonare Joe Hart: anche se, alla fine, Bravo sta dimostrando che ci sa fare con i piedi ma non è che sia totalmente a posto con tutto il resto…

7. Le acconciature improponibili

Sull’altra sponda di Manchester imperversano le capigliature alternative di Paul Pogba. Se invece pensate di presentarvi ad un allenamento del City conciati in quel modo, state pur certi che Pep potrebbe mandarvi a casa senza pensarci due volte…