Nicolas Burdisso: il viaggio di un Padroncito che diventa uomo Nicolas Burdisso: il viaggio di un Padroncito che diventa uomo
Il 12 aprile del 1981 su un altopiano della sconfinata Pampa argentina nasce Nicolas Burdisso “el Leon“, un giocatore che combatte, graffia, vince la... Nicolas Burdisso: il viaggio di un Padroncito che diventa uomo

Il 12 aprile del 1981 su un altopiano della sconfinata Pampa argentina nasce Nicolas Burdisso “el Leon“, un giocatore che combatte, graffia, vince la morte e che sarà uno Xeneizes per sempre. Il Leone che, grazie alla Pastorale Americana di Roth, salvava sua figlia Angela da un avversario più forte di quelli che solitamente fermava alla Bombonera.

Non c’è niente di peggio di farsi delle domande troppo presto che farsele troppo tardi“. Probabilmente questa frase la diceva pure suo padre Enio, calciatore dell’Instituto de Cordoba, quando suo figlio diventava titolare del Boca e iniziava a vincere. Dal 1999 al 2003 saranno 2 campionati, 3 Libertadores e 2 coppe Intercontinentali, non male per un ventenne, se a questo si aggiungono un Mondiale under 20 e l’oro olimpico ad Atene assieme al suo compagno di sempre: “El jugador del Pueblo”, Carlos Tevez.

Poteva essere l’inizio di una carriera luminosa ma si sa, ogni re della foresta ha sempre un nemico pronto a fare gol. É l’inesorabilità del destino che accomuna tutti questi eroi tristi, eroi che intraprendono un viaggio alla ricerca della gloria, ma che capiscono che la gloria è ben altra cosa rispetto ad una coppa alzata al cielo.

burdissoro

Il 2004 doveva essere l’anno della consacrazione: sbarca a Milano con i crismi del centrale che tanto manca all’Inter, quello in grado di chiudere le porte di San Siro. Sopraggiunse, però, un avversario forte, molto forte: la malattia di sua figlia Angela, la vera eroina di questa storia.

La famiglia Moratti e le lettura furono le sue due ancore di salvezza: “per capire le cose che mi succedono devo scriverle“, così diceva Murakami e così Nicolas fece: rientra nella savana verde nel 2005, contro il Livorno, e torna a ruggire: vince 4 scudetti, 2 coppa Italia, 4 Supercoppe e un setto nasale rotto da David Navarro. Ma quella è un’altra storia.

Il destino gli fu avverso anche in nazionale, dove il terribile incidente al ginocchio gli fece perdere il posto alla rassegna iridata in Brasile promessogli da Sabella; “Mi ero ripreso, il C.t. era anche venuto a trovarmi, poi negli ultimi 6 mesi è sparito e io non sono un tipo che chiede“.

Già, lui non è un tipo che chiede, dopo 131 presenze e 6 gol con la maglia della Roma, approda al Grifone: fu amore a prima vista.

burdisso-roma

Il Padrone della Boca tornò a guidare la metà di una città che, come Buenos Aires, si affaccia sul mare e vive di derby. La sua foga, il suo vigore e la sua tempra lo ergono a fortezza della difesa genoana: perché lui é anima e cuore come lo svedese del racconto di Roth, l’idolo a portata di mano della gradinata nord, che sogna di diventare uomo come un suo ex presidente, proprietario della casacca numero 3 nerazzurra, indossata, guarda caso, per l’ultima volta proprio da Nicolas.

Queste peculiarità lo hanno fatto diventare “El Padroncito ai tempi del Boca e “Scarface” a Roma; tutti speriamo che il nostro Ulisse di Altus de Chipion possa presto far ritorno a casa e raccontare alle sue genti di come si sconfigge la morte e di come si diventa uomini.

Lorenzo Borghetti

Per approfondire puoi leggere anche:

Storia del Genoa

Almanacco storico del Genoa

AS Roma. La grande storia

Related Posts

La stagione mostruosa di Nicolas Pépé

2019-05-28 09:35:13
redazione

18

Nicolas Pépé, il nome nuovo della Ligue 1

2019-01-12 12:44:46
delinquentidelpallone

18

Tornare campioni: il viaggio della Germania a Russia 2018

2018-06-14 08:50:05
delinquentidelpallone

18

Il viaggio dei Cafeteros, nel nome di Escobar

2018-06-04 16:16:43
delinquentidelpallone

18

Albania, viaggio verso il sogno europeo

2015-10-08 09:40:36
delinquentidelpallone

18

Cafu: un viaggio sul Pendolino

2015-08-27 13:46:23
delinquentidelpallone

18

Hidetoshi Nakata, il viaggio del samurai

2015-08-07 15:08:03
delinquentidelpallone

18