Nella Süper Lig turca quest’anno può succedere di tutto Nella Süper Lig turca quest’anno può succedere di tutto
Il campionato turco, la Süper Lig, è nata nel 1959, e da quel momento sono state solo cinque le squadre che si sono spartite i titoli... Nella Süper Lig turca quest’anno può succedere di tutto

Il campionato turco, la Süper Lig, è nata nel 1959, e da quel momento sono state solo cinque le squadre che si sono spartite i titoli nazionali in palio.

Solamente sette volte poi, nella storia del campionato turco, lo scudetto è andato lontano da Istanbul: sei volte è toccato al Trabzonspor e poi, nel 2009-10, il Bursaspor, a sorpresa vinse il titolo beffando tutte le grandi di Turchia.

In sostanza, Galatasaray (21), Fenerbahce (19) e Besiktas (15) si sono spartiti nella maggior parte dei casi il titolo, e la Süper Lig è quasi sempre stata un affare esclusivo delle squadre di Istanbul.

Quest’anno, però, le cose potrebbero andare diversamente, per tanti motivi. In testa al campionato, dopo il girone d’andata, c’è un’altra squadra di Istanbul, il Basaksehir, squadra che gode, tra le altre cose, della simpatia del Presidente Recep Tayyip Erdoğan.

Le tre grandi squadre di Istanbul sono tutte in difficoltà piuttosto evidenti, forse come mai era successo, almeno contemporaneamente, in epoca moderna.

Il Galatasaray è solamente quinto (anche se per punti è secondo a pari merito con altre tre squadre) e se il campionato finisse oggi, sarebbe fuori dalla zona Europa League.

Il Besiktas è in crisi economica, ha recentemente salutato Pepe – accasatosi al Porto – e Ryan Babel, volato in Inghilterra per vestire la maglia del Fulham, e anche in classifica non se la passa meglio, visto che con 26 punti si trova solamente al settimo posto della classifica.

La squadra messa peggio è però il Fenerbahce, che si trova addirittura al penultimo posto con 16 punti, in piena zona retrocessione: qualcosa che fino a qualche anno fa era solo lontanamente immaginabile.

Detto del Basaksehir, ad approfittare della situazione potrebbero essere squadre che mai hanno frequentato i quartieri alti della classifica, e che l’anno prossimo potremmo anche trovarci in Europa, come per esempio il Malatyaspor di Erol Bulut (dove gioca l’ex Benevento Guilherme) oppure il Kasimpasa, trascinato dai 20 gol dell’attaccante senegalese Mbaye Diagne, attualmente capocannoniere indiscusso del torneo.

Insomma, in questo fine settimana riprenderanno le ostilità, e nessuno sa davvero cosa succederà quest’anno in Süper Lig, uno dei campionati da seguire con maggiore attenzione nella seconda parte di stagione.

Related Posts

Cuneo-Pro Piacenza 20-0: gli highlights

2019-02-17 18:44:24
delinquentidelpallone

18

La Ligue 2 francese è il campionato meno emozionante del mondo

2019-02-17 10:31:17
delinquentidelpallone

18

I cinque migliori assist di Xavi in Liga

2019-01-25 11:52:34
pagolo

18

La notte in cui Tim Howard entrò nella storia dei Mondiali

2019-01-24 11:27:27
delinquentidelpallone

18

Luis Suarez stasera è entrato nella storia del Barcellona

2019-01-20 22:18:11
delinquentidelpallone

18

Nicolas Pépé, il nome nuovo della Ligue 1

2019-01-12 12:44:46
delinquentidelpallone

18