La UEFA Nations League, una delle novità del calendario internazionale, prenderà il via nel settembre del 2018. La nuova competizione per nazionali prenderà il...

La UEFA Nations League, una delle novità del calendario internazionale, prenderà il via nel settembre del 2018. La nuova competizione per nazionali prenderà il posto di quelle che sono le amichevoli tra le squadre nazionali, e organizzerà appunto questi incontri con una vera e propria classifica. E, inoltre, la Nations League assegnerà anche alcuni posti agli Europei del 2020.

La competizione sarà organizzata in Divisioni, che prevederanno un meccanismo di promozioni e retrocessioni: le squadre di ciascuna divisione si affronteranno l’un l’altra in gare di andata e ritorno. Le squadre vincitrici dei 4 gironi della Divisione A si qualificheranno per la Final Four, che verrà disputata ad eliminazione diretta nel mese di giugno di un anno dispari, e la vincitrice della finale alzerà al cielo il trofeo.

La UEFA ha reso oggi note quelle che sarebbero le varie divisioni della Nations League, in base al ranking per nazionali attualmente in vigore. Ecco allora quali sarebbero le divisioni e le squadre inserita in ognuna di esse.

DIVISIONE A (squadre suddivise in quattro gruppi da tre)

Germania, Francia, Belgio, Portogallo, Svizzera, Spagna, Inghilterra, Italia, Croazia, Polonia, Repubblica d’Irlanda, Ucraina

DIVISIONE B (squadre suddivise in quattro gruppi da tre)

Olanda, Russia, Islanda, Ungheria, Galles, Bosnia ed Erzegovina, Svezia, Grecia, Slovacchia, Austria, Israele, Slovenia

DIVISIONE C (squadre divise in un gruppo da tre e tre gruppi da quattro)

Irlanda del Nord, Romania, Repubblica Ceca, Turchia, Albania, Danimarca, Montenegro, Serbia, Bulgaria, Scozia, Norvegia, Lituania, Azerbaigian, Cipro, Finlandia




DIVISIONE D (squadre suddivise in quattro gruppi da quattro)

Estonia, Bielorussia, Georgia, Armenia, Lettonia, Isole Faroe, Kazakistan, Moldavia, Lussemburgo, ERJ Macedonia, Kosovo, Liechtenstein, Malta, Andorra, San Marino, Gibilterra