Nba Playoffs: diario delinquenziale – 21 aprile Nba Playoffs: diario delinquenziale – 21 aprile
Dopo un giorno di sosta dovuto a cause indipendenti dalla nostra (pur scarsa) volontà, leggi partite inguardabili e prive di spunti, torna il nostro... Nba Playoffs: diario delinquenziale – 21 aprile

Dopo un giorno di sosta dovuto a cause indipendenti dalla nostra (pur scarsa) volontà, leggi partite inguardabili e prive di spunti, torna il nostro diario delinquenziale, l’unico che vi racconta il meglio del peggio della notte NBA.

Tre partite in programma nella notte, due delle quali non hanno avuto storia, la terza invece di emozioni ne ha regalate. Andiamo a vedere rapidamente, nel nostro riassunto, cosa è successo nella serata NBA.

Dallas Mavericks-Oklahoma City Thunder 102-131 (serie: 2-1 Thunder)

Dopo le spadellate di gara 2, Kevin Durant decide che è il momento di lanciare un messaggio. 34 punti con 25 tiri, sensazione di immarcabilità perenne, partita immediatamente in ghiaccio.

Non è serata, Dirk.


Raymond Felton decide di prendersela con uno piccolo, innocente e innocuo: Steven Adams. Vi faremo sapere la data delle esequie.

Zazone aveva una voglia matta di menare le mani.

pachuliapugni

Indiana Pacers-Toronto Raptors 85-101 (serie: 2-1 Toronto)

Diciamo che, intorno a gara 3 Raptors-Pacers non c’era attesa proprio febbrile. Comunque i Raptors rimediano al disastro di gara 1 e si riappropriano del fattore campo espugnando Indianapolis. 21 a testa per Lowry e DeRozan e partita subito in naftalina.

C’erano anche dei canadesi in trasferta.

raptorstrav

trasf2

Patterson dice NO.

Ignoranza a pacchi all’esterno dell’Air Canada Centre.

Paul George si presenta in sala stampa con un abbigliamento sobrio e consono.

Houston Rockets-Golden State Warriors 97-96 (serie: 2-1 GSW)

Harden ne mette 35 e salva la faccia dei Rockets, forse riaprendo la serie. Tra i tanti canestri messi a segno dal Barba, anche questa robetta qui.

Storie tese Bogut-Howard. Purtroppo non arrivano i ceffoni. Non tarderanno, comunque.

Il Barba la vince con questo canestrino qui.

James Harden segna il canestro vincente e manda letteralmente in visibilio i suoi compagni. Entusiasmo incontenibile, bisogna chiamare le Forze dell’Ordine per ristabilire la calma.

Poi Draymond Green la perde così.

Draymond Green prova a fare fallo nel finale con estrema pacatezza.

Related Posts

Diario Mundial 2018: la finale

2018-07-16 08:28:47
pagolo

18

Diario Mundial 2018: le semifinali

2018-07-12 08:25:22
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 21

2018-07-08 07:47:19
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 20

2018-07-07 08:22:59
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 19

2018-07-04 08:12:33
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 18

2018-07-03 07:31:28
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 17

2018-07-02 07:36:37
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 16

2018-07-01 08:07:57
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 15

2018-06-29 08:21:50
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 14

2018-06-28 08:02:33
pagolo

18