NBA Playoffs: diario delinquenziale – 16 aprile NBA Playoffs: diario delinquenziale – 16 aprile
Apriamo oggi una finestra di approfondimento quotidiano sui Playoffs NBA con il nostro diario quotidiano. Ogni giorno (salvo imprevisti) vi riporteremo tutto il meglio... NBA Playoffs: diario delinquenziale – 16 aprile

Apriamo oggi una finestra di approfondimento quotidiano sui Playoffs NBA con il nostro diario quotidiano. Ogni giorno (salvo imprevisti) vi riporteremo tutto il meglio del peggio della postseason, tra delinquenza, curiosità, ceffoni e prestazioni individuali.

Insomma, il classico riassunto delinquenziale per chi avesse voglia di dormire la notte o per chi vuole rivivere le emozioni della serata precedente. Partiamo con quanto successo nelle gare di ieri, giornata inaugurale del tabellone.

Toronto Raptors-Indiana Pacers 90-100 (serie: 1-0 Indiana)

I playoffs partono con una prima mezza sorpresa. Paul George decide di vestire i panni del Signore Iddio e si porta a casa di prepotenza gara 1 in Canada.

A Toronto, pubblico abbastanza caldo, anche fuori. Clima da maxischermo per i Mondiali di calcio, a ritmo di Peroni calda, rutti e arroganza.

Ci ha pensato un gigantesco Paul George a spegnere gli entusiasmi dei canadesi. Alla fine Paolino ne mette 33 e chiude la questione

Paul George, tra l’altro, era caldo già da prima.

Note liete per i Raptors: Bismaccone Byombo si è scoperto Dikembe Mutombo.

Golden State Warriors – Houston Rockets 104-78 (serie: 1-0 GSW)

Partita che ci aspettavamo poco combattuta. I Rockets, di conseguenza, hanno pensato bene di spadellare da matti con un 35% che non si vede nemmeno in Prima Divisione. Partita chiusa praticamente in un amen.

Steph è caldo. 24 punti in 20′ (tutti nel primo tempo), riposo precauzionale, minimo sindacale, 8 bombe e tutti a casa.

Così Pat Beverley pensa bene di metterla subito sul fisico, provando a farla finire immediatamente a ceffoni. Diciamo che ci riesce.

Draymond Green pensa bene di vendicare immediatamente il suo compagno di squadra con una legnata tattica ai danni di Beverley. Onesto.

Atlanta Hawks-Boston Celtics 102-101 (serie: 1-0 Atlanta)

Era partita così male che pensavamo potesse essere una mezza tragedia. E invece Atlanta-Boston si è rivelata la partita più bella della serata.

I capelli di Marcus Smart, BENE MA NON BENISSIMO.

smc

Magliette del pubblico di Atlanta che fanno male agli occhi. Speriamo non le mettano per tutta la serie.

Ah, pure le scarpe di Dennis Schroder non sono proprio il massimo dell’eleganza.

Partenza forte degli Hawks, che si presentano benino e sembrano poter affondare agevolmente i Celtics.

Poi i Celtics rinsaviscono, Isaiah Thomas prova a riaprirla così nel finale. Ma alla fine Atlanta riesce a non suicidarsi e si porta a casa la contesa.

Oklahoma City Thunder-Dallas Mavericks 108-70 (serie: 1-0 OKC)

Decidiamo di andare a dormire e di tenerci Oklahoma City-Dallas per stamattina. Sveglia presto, caffè, colazione, e partita su League Pass. Bene, dopo 3 minuti, con Dallas che non segna neppure sotto tortura, la partita è già in ghiaccio. Bella roba.

Russell Westbrook si presenta in queste condizioni al palazzo, e purtroppo lo fanno anche entrare.

Westbrook e Durant come un coltello nel burro. E nemmeno uno Zaza Pachulia a far volare qualche ceffone educativo.

Partita che possiamo serenamente riassumere con lo sguardo del povero Davidone Lee.

Related Posts

Diario Mundial 2018: la finale

2018-07-16 08:28:47
pagolo

18

Diario Mundial 2018: le semifinali

2018-07-12 08:25:22
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 21

2018-07-08 07:47:19
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 20

2018-07-07 08:22:59
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 19

2018-07-04 08:12:33
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 18

2018-07-03 07:31:28
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 17

2018-07-02 07:36:37
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 16

2018-07-01 08:07:57
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 15

2018-06-29 08:21:50
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 14

2018-06-28 08:02:33
pagolo

18