La querelle tra il Napoli e Amin Younes sta assumendo contorni sempre più grotteschi da quando il calciatore, che sembrava dover approdare nella squadra...

La querelle tra il Napoli e Amin Younes sta assumendo contorni sempre più grotteschi da quando il calciatore, che sembrava dover approdare nella squadra di Sarri già a Gennaio, ha deciso di rimandare il trasferimento a questa estate.

I motivi di tale scelta non sono mai stati chiariti del tutto e sull’operazione ha fin da subito aleggiato un certo alone di mistero, alimentato dalle dichiarazioni dello stesso Younes che recentemente ha detto: “Non so ancora se andrò al Napoli la prossima estate. Per il momento voglio solo diventare un campione qui all’Ajax.”

Parole che non hanno certo fatto piacere ai tifosi partenopei e sopratutto al presidente Aurelio De Laurentiis che, tramite il proprio legale, ha cercato di fare chiarezza su questa situazione.

L’avvocato Mattia Grassani, consulente di De Laurentiis, ha dichiarato che a questo punto non è più possibile per il giocatore tirarsi indietro, dal momento che ha sottoscritto un contratto valido a tutti gli effetti a partire dal 1 Luglio.

Qualora il giocatore non dovesse presentarsi a Napoli, ha proseguito Grassani, rischierebbe sicuramente una multa, a cui si aggiungerebbe una squalifica nel caso il giocatore si accordasse con un’altra squadra.

Insomma non ci sarebbe margine per alcun ripensamento, nonostante Younes abbia fatto capire di essere tutt’altro che entusiasta per questa nuova avventura che lo attende.

https://www.youtube.com/watch?v=H4YdXQqDTMk

Non è dato sapere chi o cosa abbia provocato questo repentino cambio di idea, fatto sta che il trequartista dell’Ajax potrebbe essersi infilato, con le sue stesse mani, in un grosso pasticcio.

Vedremo nelle prossime ore e nei prossimi giorni che pieghe prenderanno gli eventi e se ci saranno ulteriori dichiarazioni da parte dei protagonisti di questa vicenda, che sembra tutto fuorchè chiusa.