La pausa per le Nazionali ci ha lasciato addosso ancora più fame di calcio. E cominciare il weekend con un Napoli-Roma alle 15 non...

La pausa per le Nazionali ci ha lasciato addosso ancora più fame di calcio. E cominciare il weekend con un Napoli-Roma alle 15 non può che farci esaltare come belve. Una partita che si preannuncia interessante, una di quelle che, visti i protagonisti, se scatta la scintilla, finisce male, malissimo. Come piace a noi.

Si gioca in un San Paolo quasi pieno e caldissimo, con squadre che cominciano a grondare sudore già al momento dell’inno di Allevi (o forse proprio per via dell’inno di Allevi). Andiamo a scoprire tutto quello che è successo in questo big match, con il nostro riassunto delinquenziale, con i nostri tweet e soprattutto i vostri.

Non ci sono dubbi su come finirà questa partita, ci pare di capire, almeno a giudicare dai risultati del nostro sondaggio.

Fiducia anche nel direttore di gara.

Gioca Manolo? Sicuri?

Scelte musicali ardite al San Paolo

Ok, meglio di prima, comunque, no?

Maurizione comincia alla grande. E già non vede l’ora di poterla accendere.

Si parte a ritmo altissimo, con occasioni da una parte e dall’altra e squadre che fanno su e giù. Manca solo una cosa.

Prime crepe nella difesa del Napoli.

Edin Dzeko aggredisce la palla con la giusta cattiveria.

Poi è proprio il bosniaco, dopo una vaccata colossale di Koulibaly, a portare in vantaggio la Roma.

I suoi possessori al Fantacalcio la prendono bene, tutto sommato.

Bene il primo tempo di Manolo.

Dzeko trova anche il gol del 2-0, premiando i fantallenatori che avevano avuto il coraggio di credere in lui.

Mertens, mentre si scalda, riesce a farsi ammonire per proteste. Da bordocampo.

Finisce la partita di un triste Manolo Gabbiadini. E noi non rimaniamo indifferenti.

Koulibaly si fa perdonare la vaccata di prima con uno stacco imperioso sul corner. Facile così però.

In effetti…

Curiose marcature sul corner.

Dalla parte di Juan Jesus intanto si banchetta.

Infortuni a profusione nella Roma, con anche Nainggolan che deve abbandonare il campo.

Salah chiude la partita, Nainggolan rischia di distruggersi tutto pur di esultare.

Jorginho si divora il gol del 2-3 a porta spalancatissima.

Conoscendo la scaramanzia dei tifosi del Napoli, questa potrebbero legarsela al dito.