Napoli-Juve, la rabbia dei 34 tifosi svedesi Napoli-Juve, la rabbia dei 34 tifosi svedesi
Domenica sera, al San Paolo di Napoli, andrà in scena il big match della ventiseiesima giornata di Serie A, tra il Napoli e la... Napoli-Juve, la rabbia dei 34 tifosi svedesi

Domenica sera, al San Paolo di Napoli, andrà in scena il big match della ventiseiesima giornata di Serie A, tra il Napoli e la Juventus.

E se il divario in classifica non autorizza certo a parlare di scontro scudetto (al momento i bianconeri sono a +13 sulla squadra di Ancelotti, e anche un’eventuale sconfitta difficilmente riaprirebbe i giochi) di sicuro il match è come sempre molto atteso, per la grande rivalità tra le due squadre e le due tifoserie.

Dopo parecchio tempo, sarà aperto anche il settore ospiti, ma per l’ingresso al resto dello stadio l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive ha preso una decisione parecchio singolare: biglietti acquistabili solo dai residenti in Campania, o al massimo dai possessori della tessera del tifoso.

Una decisione che ha spiazzato e fatto arrabbiare 34 tifosi svedesi del Napoli, che avevano già comprato biglietti aerei e alberghi per seguire da vicino la grande sfida dei loro beniamini.

Intervistati dal Mattino, i tifosi svedesi si sono così sfogati: “Negli ultimi cinque anni siamo sempre venuti al San Paolo per vedere la partita e adesso non potremo esserci solo perché non abitiamo in Campania. Ma tutto questo è assurdo. Non solo per noi che veniamo dalla Svezia ma in generale per tutti i tifosi del Napoli che vivono lontano da Napoli“.

I ragazzi, che erano in partenza da Solna, non potranno così entrare al San Paolo.

È vergognoso che le autorità italiane ci dicano solo una settimana prima della partita che noi, tifosi del Napoli, non siamo i benvenuti nel nostro stadio. E adesso come facciamo? Abbiamo già prenotato tutto“.

Una vicenda che dimostra ancora una volta tanti dei difetti del nostro calcio, e che stavolta ha penalizzato questi poveri appassionati svedesi.