Anche ai migliori può capitare di sbagliare, su questo non c’è assolutamente dubbio. Stanotte è andata in scena infatti la finale di andata dei...

Anche ai migliori può capitare di sbagliare, su questo non c’è assolutamente dubbio. Stanotte è andata in scena infatti la finale di andata dei playoff della Mls, quella tutta canadese tra Montreal Impact e Toronto FC, che era anche un derby tutto italiano tra Matteo Mancosu (che ha ormai stabilmente fatto le scarpe a Didier Drogba, relegato in panchina a raccogliere le briciole) e Sebastian Giovinco.

Ma gli spettatori che erano accorsi allo Stadio Olimpico di Montreal per godersi la gara hanno dovuto aspettare una mezz’ora buona per il calcio d’inizio: il motivo? Semplice, un guaio con le linee del campo.

Durante il sopralluogo prima del match, infatti, gli ufficiali di gara si sono resi conto che il campo non era a regola, ovvero le due aree di rigore erano state disegnate leggermente più strette: così tutti al lavoro per cancellare le righe vecchie e disegnare le nuove in tutta fretta, per far partire il match in tutta regolarità.

Parecchia agitazione in campo, e problema risolto in tempi relativamente brevi, con Joey Saputo, patron di Montreal, che si è assunto tutta la responsabilità per l’accaduto. Risultato finale? 3-2 per Montreal, con Mancosu andato anche a segno: ma tutto si deciderà nel match di ritorno a Toronto, dove la squadra di Giovinco avrà l’opportunità di ribaltare il risultato e laurearsi campione.

Sempre che le linee del campo siano disegnate a dovere, ovviamente.