Stando alle ultime indiscrezioni, la Juventus avrebbe bloccato per la prossima stagione il difensore centrale del Sassuolo Merih Demiral. Arrivato in maglia neroverde nel...

Stando alle ultime indiscrezioni, la Juventus avrebbe bloccato per la prossima stagione il difensore centrale del Sassuolo Merih Demiral.

Arrivato in maglia neroverde nel mercato di gennaio, il turco classe 1998 è in breve diventato un titolare fisso della retroguardia della squadra di De Zerbi, fornendo prestazioni convincenti in serie, su tutte quella culminata con la sua prima doppietta in Serie A, nel 4-0 sul malcapitato Chievo,

Oggi proviamo a raccontarvelo in modo insolito, mettendo in fila 5 aneddoti, 5 cose che probabilmente non sapevate su Merih Demiral e sulla sua carriera.

1 – E’ diventato professionista nel campionato portoghese

Cresciuto nel vivaio del Fenerbahce, Demiral non ha mai debuttato in SuperLig con la maglia del club di Istanbul; a 17 anni si è trasferito nel piccolo club portoghese dell’Alcanenense, seconda divisione lusitana, quindi è stato prelevato dallo Sporting Lisbona che ha posto su di lui una clausola da 45 milioni di euro, impiegandolo però solamente nella formazione B.

2 – Ha giocato con Joel Obi

Le strade dell’ex Inter e del futuro centrale della Juve si sono incrociate in Turchia, quando Demiral ha fatto ritorno in patria con la maglia dell’Alanyaspor. Assieme a loro due ad Alanya c’erano altri nomi noti del calcio europeo, come il difensore inglese Caulker e l’ex attaccante di Newcastle e Friburgo Papiss Demba Cissé.

3 – Viene considerato l’erede di Vidic

Il giocatore ha sempre affermato di ispirarsi a Raphael Varane, ma in patria Merih Demiral è considerato l’erede designato di Nemanja Vidic. Forse per il fisico da corazziere (192 cm x 86 kg), forse per una vaga somiglianza, Demiral è stato sin da subito accostato al centrale serbo ex Manchester United, sperando che possa ripercorrerne le orme.

4 – Sarebbe il primo giocatore turco della storia della Juve

Benché la signora abbia annoverato tra le proprie fila campioni di nazionalità molto diverse, nessun calciatore turco ha mai vestito la maglia della Juve finora. A Demiral il gravoso compito di inaugurare, eventualmente, la dinastia.

5 – In patria ha generato un caso di stato

Come già scritto, Demiral ha mosso i primi passi nel settore giovanile del Fenerbahce, ma la squadra della capitale nel 2016 l’ha lasciato partire per la misera cifra di 200mila euro, destinazione Portogallo. Oggi che il giocatore vale SETTANTACINQUE volte tanto, a Istanbul si stanno mangiando le mani, e il possibile trasferimento alla Juve ha sollevato il velo sul problema nazionale relativo alla fuga dei giovani in età precoce, verso campionati più competitivi.