Memphis Depay, due stagioni fa, sembrava destinato a fare grandi cose con la maglia del Manchester United. Il ragazzo, poi, un po’ per colpa...

Memphis Depay, due stagioni fa, sembrava destinato a fare grandi cose con la maglia del Manchester United.

Il ragazzo, poi, un po’ per colpa del suo carattere spesso non proprio tranquillissimo, un po’ per colpa di circostanze non sempre favorevoli, ha perso la bussola, e per lui non c’è stato più spazio in Inghilterra.

Quest’anno, invece, il talento olandese classe 1994, sembra aver ritrovato la strada giusta, con la maglia dell’Olympique Lione, che aveva puntato su di lui a gennaio, e che sta cominciando a raccogliere i suoi frutti.

Depay, infatti, piano piano ha ricominciato a far vedere sprazzi dell’evidente talento che aveva fatto vedere con il PSV prima e con i Red Devils dopo.

E, ad oggi, anche i numeri sono dalla sua parte. In Ligue 1, quest’anno, ha già messo a segno 5 gol in 9 presenze (due delle quali, però, sono arrivate dalla panchina), e a queste realizzazioni ha aggiunto anche tre assist. Da aggiungere al bottino in campionato, il gol segnato in Europa League, nelle tre presenze fin qui collezionate.

Certo, la Ligue 1 non sarà la Premier League, ma fa sempre piacere vedere un calciatore ritrovare la sua strada dopo qualche mese di buio.

Nell’ultimo turno del campionato francese, poi, Memphis ha messo a segno una bella tripletta al Troyes, travolto 5-0 dal Lione.

Da notare, soprattutto, il calcio di rigore con cui l’olandese ha completato la sua tripletta: un cucchiaio che ha ingannato il portiere avversario, preso poi in giro anche da un occhiolino beffardo.

Belli, però, anche gli altri due gol, due tiri a giro a cui già tante volte ci aveva abituato nella sua carriera. Insomma, Memphis Depay forse non diventerà un fenomeno del calcio mondiale, ma, perlomeno, sta tornando a livelli un po’ più alti della media.