Per tutta la giornata di ieri ha tenuto banco la vicenda dello scontro in pista tra Valentino Rossi e Marc Marquez nel GP di...

Per tutta la giornata di ieri ha tenuto banco la vicenda dello scontro in pista tra Valentino Rossi e Marc Marquez nel GP di Malesia. I fatti sono noti a tutti: Valentino Rossi e Marc Marquez, dopo un duello durato alcuni giri, sono venuti a contatto. A farne le spese il pilota spagnolo, finito per le terre dopo lo scontro con Rossi. Ma anche Valentino ne ha pagato le conseguenze, con una penalità che molto probabilmente, a meno di miracoli, gli costerà la conquista del Mondiale.

Ieri si sono scatenate le interpretazioni più varie, le risse da bar nei salotti televisivi e le frecciate via social network. L’Italia e il resto del mondo si sono divisi tra colpevolisti e innocentisti, tra chi ha dato ragione a Valentino, perchè provocato da Marquez in combutta con Lorenzo, e tra chi ha ritenuto inaccettabile la reazione di Rossi.

Non è tardata ad arrivare l’opinione di Marco Materazzi, amico personale del Dottore con il quale condivide la passione per i colori nerazzurri. E, ovviamente, l’ex interista che ora allena in India, si è schierato dalla parte di Valentino. “Sono in India, non ho seguito tutta la gara perché ero in aereo, ma ovviamente mi sono informato, documentato sull’accaduto. Non ho dubbi, sto dalla parte di Rossi”.

Materazzi trova inspiegabile quanto accaduto, e non ha dubbi nello schierarsi a difesa dell’onestà di Valentino Rossi: “In 20 anni di Motomondiale non gli è mai successo nulla del genere, è sempre stato corretto. E poi proprio con Marquez, con cui si era complimentato per i 10 GP di fila e le vittorie dei Mondiali.”

Infine, un pensiero sul paragone fatto da più di qualcuno con la famosa testata ricevuta da Materazzi da parte di Zinedine Zidane: “Non c’è alcuna analogia con la mia vicenda con Zinedine Zidane a Berlino 2006. Io sono infatti l’unico a essere stato punito con due giornate di squalifica per aver provocato, in questo caso la mano è stata pesante solo con Vale.”