Nella notte italiana si è giocata la seconda semifinale di Copa Libertadores tra il Barcelona Sporting Club, squadra dell’Ecuador ed il Gremio, squadra brasiliana....

Nella notte italiana si è giocata la seconda semifinale di Copa Libertadores tra il Barcelona Sporting Club, squadra dell’Ecuador ed il Gremio, squadra brasiliana.

Nella prima semifinale disputata ieri, il derby argentino tra River Plate e Lanus, erano stati i Millonarios ad avere la meglio con il risultato di 1-0, grazie ad un gol arrivato negli ultimi minuti di una gara molto combattuta. Il discorso qualificazione, per quel che riguarda questa sfida, è ancora assolutamente aperto.

Diverso lo svolgimento dell’altra partita in cui il risultato ha premiato i brasiliani, in trasferta, vittoriosi con un roboante 3-0 che lascia ben pochi margini al Barcelona per la gara di ritorno.

Il Gremio è riuscito nell’impresa fondamentale di mantenere la propria porta inviolata e ce l’ha fatta anche grazie alla prodezza del proprio portiere, Marcelo Grohe, che ha compiuto un vero e proprio miracolo ad inizio ripresa, quando il risultato era di 2-0 a favore dei suoi.

Il portiere classe ’87 del Gremio ha respinto un tiro ravvicinato a botta sicura che sembrava destinato in fondo alla rete. Con un istinto ed una reattività mostruosi è riuscito ad intuire la direzione del tiro e ha compiuto una respinta a mano aperta che ha del miracoloso.

Non stiamo esagerando, guardate un po’ qui per credere.

Qua potete ammirare meglio, grazie ad una ripresa più ravvicinata l’incredibile riflesso di Grohe

Non è certo la prima volta che si vede un portiere respingere un tiro da distanza ravvicinata, in questo caso però la particolarità sta nel fatto che non è l’attaccante a tirare addosso al portiere bensì quest’ultimo che intuisce le intenzioni e va a prendere la sfera con un istinto degno dei migliori felini.

Grohe, a testimonianza del suo valore, è stato anche convocato anche nella nazionale brasiliana per sostituire Ederson nel 2016 quando l’attuale portiere del City era infortunato.

Che dite, è la parata dell’anno?