L’ultimo giorno di mercato del 2011 in Premier fu qualcosa di unico L’ultimo giorno di mercato del 2011 in Premier fu qualcosa di unico
Spesso si dice che il mercato di Gennaio difficilmente offre opportunità rilevanti per migliorare le squadre, ed in parte è un discorso non privo... L’ultimo giorno di mercato del 2011 in Premier fu qualcosa di unico

Spesso si dice che il mercato di Gennaio difficilmente offre opportunità rilevanti per migliorare le squadre, ed in parte è un discorso non privo di fondamento.

È altrettanto vero però che nel corso degli anni, e anche quest’anno, ci sono stati alcuni movimenti molto significativi che potrebbero essere ricordati a lungo, ad esempio il trasferimento di Higuain al Chelsea con conseguente arrivo a Milano, sponda rossonera, di Piatek.

Ovviamente bisognerà vedere cosa ci dirà la storia tra qualche anno, quando si potranno fare bilanci più sensati, fatto sta che i nomi coinvolti in questa operazione hanno riguardato giocatori di primo piano.

Oggi, tra l’altro, è l’ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato e come ogni volta ci si aspetta sempre qualche botto finale, cosa che raramente avviene.

In passato qualche volta è successo, ad esempio in Premier League nell’ultimo giorno di mercato del 2011, quando furono ufficializzati quattro trasferimenti all’epoca giudicati sensazionali, alcuni dei quali con il senno di poi si sono rivelati discreti bluff.

Andiamo a vedere cosa successe nell’ultimo giorno di quella sessione, più unica che rara:

Andy Carroll veniva da alcune annate a Newcastle in cui sembrava un’ira di Dio, ed era sicuramente uno dei centravanti più ambiti in ottica mercato. Fino a quel momento in stagione aveva già realizzato 11 reti in 19 presenze ed il Liverpool verso 42 milioni di sterline (cifra che oggi può sembrare modesta ma che all’epoca destò molto scalpore) per assicurarselo.

Non fu l’unica mossa in entrata dei Reds che presero anche Luis Suarez dall’Ajax, pagandolo molto meno (poco più di 25 milioni di euro) rispetto a Carroll, ma il cui rendimento si dimostrò infinitamente superiore.

Sempre il Liverpool fece un’altra mossa clamorosa, questa volta in uscita, cedendo Fernando Torres al Chelsea per 50 milioni di sterline. All’epoca il trasferimento sembrò un azzardo non da poco, nonostante la cifra sborsata dai Blues, ma con il senno di poi si è rivelata una delle cessioni più azzeccate dal momento che Fernando Torres ha iniziato una parabola discendente senza fine.

L’ultimo movimento riguarda ancora il Chelsea ma questa volta non c’è di mezzo il Liverpool bensì il Benfica, squadra che i propri campioni se li fa pagare sempre molto bene.

Il 31 Gennaio 2011 venne ufficializzato il passaggio di un promettentissimo ragazzo di nome David Luiz (all’epoca aveva 24 anni) dal Benfica al Chelsea per 20 milioni di sterline più Matic (valutato circa 5 milioni di sterline).

David Luiz è anche l’unico di questi quattro calciatori che ancora gioca nella squadra in cui si è trasferito ormai 8 anni fa.

Related Posts

Stefano Sturaro, l’uomo delle emergenze

2016-07-02 15:21:47
delinquentidelpallone

1

Arda Turan cacciato dal ritiro della nazionale turca

2017-06-06 14:15:29
delinquentidelpallone

1

10 assist di Fabregas che solo Fabregas poteva fare

2019-01-07 21:12:58
delinquentidelpallone

1

Raccontami di Djibril Cissè

2016-09-27 14:14:20
pagolo

1

Miralem Pjanic, il piccolo principe

2015-10-19 15:47:35
delinquentidelpallone

1

La squadra di calcio a 5 ideale di Andrea Pirlo

2017-02-10 09:08:24
delinquentidelpallone

1

I 3 migliori giocatori della storia del calcio secondo Mourinho

2016-07-20 09:15:22
delinquentidelpallone

1