José Mourinho ci ha abituato a sfuriate abbastanza clamorose, e ora, con il suo Manchester United che in questa stagione sta faticando abbastanza, il...

José Mourinho ci ha abituato a sfuriate abbastanza clamorose, e ora, con il suo Manchester United che in questa stagione sta faticando abbastanza, il nervosismo aumenta sempre di più. Ieri sera, infatti, i Red Devils non sono andati oltre lo 0-0 contro l’ultima in classifica, l’Hull City, che ieri ha anche fatto fare l’esordio in Premier League ad Andrea Ranocchia.

Ma lo Special One, a fine partita, è letteralmente esploso contro i giornalisti che a fine gara gli hanno fatto le consuete domande che il portoghese non ha preso benissimo.

Se non conosci il calcio non dovresti avere un microfono in mano“, così ha sbottato Mou verso il suo intervistatore. Il motivo? Un alterco a bordocampo…

Sapete chiaramente che per me le regole sono diverse – Ieri un quarto uomo ha detto a un manager: ‘Mi piace molto la tua passione’. Oggi a me hanno detto di sedermi o altrimenti sarei dovuto andare in tribuna. La mia passione non piace“.

A cosa si riferiva? A Jürgen Klopp, che durante Liverpool-Chelsea lunedì sera è arrivato quasi faccia a faccia con il quarto uomo senza avere sanzioni, e che, secondo Mou sarebbe stato anche “elogiato” dal quarto uomo. Il che ha fatto saltare i nervi a Mourinho.

Due anni fa io fui squalificato senza toccare nessuno. Voi fate servizio pubblico. Dite la verità, è semplice. Io ho già pagato multe salate, se parlo sarò punito e non voglio essere punito”.

Ecco, diciamo che il nervosismo del portoghese è già oltre i livelli di guardia.