Lucas Martinez Quarta vuole diventare grande a Firenze Lucas Martinez Quarta vuole diventare grande a Firenze
Dopo una trattativa durata diverse settimane (anzi, anche mesi), la Fiorentina negli ultimi giorni di mercato ha completato l’operazione che porterà in Serie A... Lucas Martinez Quarta vuole diventare grande a Firenze

Dopo una trattativa durata diverse settimane (anzi, anche mesi), la Fiorentina negli ultimi giorni di mercato ha completato l’operazione che porterà in Serie A Lucas Martinez Quarta, operazione chiusa a una cifra vicina ai 6 milioni di euro.

Il difensore argentino, 24 anni, ha tutte le carte in regola per fare bene nel nostro campionato, e forse proprio per questo motivo i Viola hanno insistito così tanto (oltre a volersi tutelare, probabilmente, in caso di cessione di Milenkovic, ipotesi poi sfumata, almeno per ora, ma da non escludere per il futuro).

Martinez Quarta si è messo in evidenza con la maglia del River Plate, con la quale ha esordito nel 2016, e ha conquistato piano piano un posto di primo piano nella difesa dei Millonarios.

L’argentino è un difensore abbastanza dinamico; è molto più a suo agio in una difesa in linea a 4, ma ha già dimostrato di sapersi adattare molto bene anche a una linea a 3, quella che, al momento, sta proponendo Beppe Iachini a Firenze. All’occorrenza, volendo, può anche fare il mediano davanti alla difesa, ma l’abbondanza del centrocampo viola dovrebbe per ora allontanare questa eventualità.

Quali sono le caratteristiche migliori di Martinez Quarta? La concretezza, l’abilità nell’anticipo sull’uomo e la personalità, insomma, potremmo dire che è un difensore molto “sudamericano”, se pensiamo all’idea che da quelle parti danno all’interpretazione del ruolo.

Negli ultimi tempi si è guadagnato anche un posto da titolare nell’Argentina di Scaloni, è partito titolare nell’ultima partita contro l’Ecuador e dovrebbe farlo anche domani contro la Bolivia. Insomma, Lucas Martinez Quarta sta diventando grande, e a Firenze potrebbe avere l’opportunità di maturare ulteriormente, confrontandosi con il calcio europeo per la prima volta nella sua carriera.

Al momento, nelle gerarchie viola, partirebbe dietro a Caceres, Pezzella e Milenkovic, ma in una stagione del genere – e con le 5 sostituzioni – potrebbe presto entrare a far parte delle rotazioni della Viola. Insomma, la voglia di vederlo subito all’opera è tanta, per capire se saprà adattarsi al calcio italiano.

Se l’operazione dovesse riuscire, sarebbe un giocatore davvero molto interessante, e la Fiorentina, allora, diventerebbe il trampolino di lancio per una carriera da protagonista in Europa.