Lo strepitoso schema del Crotone su calcio d’angolo Lo strepitoso schema del Crotone su calcio d’angolo
Non c’è solo la lotta scudetto a rendere entusiasmante e appassionante il finale di campionato, in Serie A. In coda alla classifica, infatti, l’unica... Lo strepitoso schema del Crotone su calcio d’angolo

Non c’è solo la lotta scudetto a rendere entusiasmante e appassionante il finale di campionato, in Serie A.

In coda alla classifica, infatti, l’unica cosa certa è la retrocessione del Benevento, diventata matematica ieri pomeriggio.

Per il resto, ci sono altri due posti per l’Inferno che attendono di trovare un proprietario: al momento, il Verona a quota 25 sembra quasi spacciato, ma una vittoria nel posticipo di stasera contro il Genoa potrebbe rimettere in corsa i gialloblu.

Il Crotone, con la vittoria di ieri a Udine, è tornato prepotentemente in corsa, agganciando il Chievo a quota 31 e lasciando, per il momento, la terzultima piazza, quella bollente, alla SPAL.

Proprio dalla Dacia Arena di Udine arriva l’episodio che stiamo per raccontarvi, che ha visto protagonista Simy, l’eroe di mercoledì, l’autore della rovesciata che ha permesso ai pitagorici di raccogliere un insperato pareggio contro la Juventus.

Su un calcio d’angolo in favore della squadra di Zenga, infatti, abbiamo notato un movimento abbastanza strano sul primo palo.

Simy, davanti a Bizzarri, prova a saltare più in alto che può, per coprire con i suoi centimetri la visuale al portiere dell’Udinese, cercando di ostacolarlo nella maniera migliore possibile.

Uno schema molto particolare, che non ha portato al gol in questa circostanza, ma che spiega quanta cura e quanta fantasia servano nel calcio moderno per preparare anche queste situazioni.

Già ai tempi del Catania, tra l’altro, Walter Zenga si era distinto per la preparazione folle di alcuni calci piazzati, con diversivi studiati ad arte per distrarre gli avversari.

Nell’occasione, in particolare, alcuni giocatori del Catania si erano abbassati i pantaloncini per ostacolare la visuale del portiere.

Mai porre limiti alla fantasia, soprattutto nel calcio.