Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato alcuni video promozionali che le squadre, o meglio gli sponsor principali delle squadre, hanno realizzato in vista del...

Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato alcuni video promozionali che le squadre, o meglio gli sponsor principali delle squadre, hanno realizzato in vista del Mondiale in Russia che inizierà a breve.

Bellissimi in particolare quelli di Perù e Argentina, che mostrano tutto l’attaccamento del pubblico nei confronti della propria Nazionale, e non poteva mancare quello del Brasile, pubblicato in queste ore.

Ovviamente c’è lo zampino dello sponsor Nike che ha pensato bene di omaggiare uno dei suoi video promozionali più belli di sempre, ovvero quello di avvicinamento al Mondiale del 1998.

Come ricorderete tutti sulle note di “Mas que nada” la Nazionale brasiliana, in aeroporto, si esibiva in numeri da circo che si concludevano con Ronaldo, il giocatore simbolo di quella spedizione, che colpiva il palo che delimitava l’area dei controlli di sicurezza.

Proprio come lasciava presagire quel palo anche l’avventura del Brasile in quel Mondiale in Francia si concluse in maniera amara sul più bello, ovvero con una sconfitta in finale contro i padroni di casa.

A distanza di 20 anni la Nike ha voluto rendere omaggio a quel famosissimo e fortunatissimo spot, almeno dal punto di vista commerciale, usando come trait d’union proprio il fenomeno Ronaldo, un po’ appesantito col passare degli anni.

Ecco lo spot uscito in questi giorni, che ha subito raccolto una marea di approvazioni.

Il video inizia con i giocatori del Brasile nello spogliatoio che si divertono e prosegue nelle strade, nei campetti e nelle case con il tema dominante rappresentato dalla gioia nel giocare a pallone. Ad un certo punto sbuca anche Ronaldo che, come detto, replica la scena dello spot del ’98, con il medesimo finale.

A fine video un ragazzino con la divisa della Seleçao si produce in un discorso motivazionale al centro del cerchio composto dai giocatori del Brasile che ha come tema dominante l’orgoglio di indossare quella maglia e di rappresentare un intero popolo, senza aver paura di nessuno.

Indubbiamente uno degli spot più riusciti in vista del Mondiale, che ne dite?