Lo sfogo di Guardiola prima della partita con il Borussia Dortmund Lo sfogo di Guardiola prima della partita con il Borussia Dortmund
Domani sera, con le prime due partite, cominceranno anche i quarti di finale di Champions League, e potremo così tuffarci nella fase clou della... Lo sfogo di Guardiola prima della partita con il Borussia Dortmund

Domani sera, con le prime due partite, cominceranno anche i quarti di finale di Champions League, e potremo così tuffarci nella fase clou della stagione, quella in cui si decideranno i destini delle squadre rimaste ancora in corsa.

Ad aprire le danze, domani, saranno Manchester City-Borussia Dortmund e Real Madrid-Liverpool, mentre mercoledì toccherà poi a Bayern Monaco-PSG e Porto-Chelsea.

I Citizens di Pep Guardiola sono inevitabilmente tra le favorite per il successo finale nella più prestigiosa manifestazione europea, visto il grande stato di forma che stanno mettendo in mostra in campionato e visto anche un accoppiamento non proprio irresistibile nei quarti di finale.

L’allenatore del City, però, ha avuto comunque parecchio da ridire, e dopo la vittoria di sabato in casa del Leicester, si è scagliato contro un calendario ritenuto troppo denso di impegni in questo periodo, tra partite dei club e soprattutto delle nazionali:

Sono esseri umani, non sono macchine. Per essere competitivo in tutte le competizioni, in una stagione così corta, in una stagione senza spettatori, sei obbligato a ruotare parecchio i tuoi giocatori“.

Continua Guardiola, prendendosela con gli impegni delle nazionali:

I ragazzi possono giocare, certo, hanno una mentalità incredibile, ma hanno comunque bisogno di riposo. UEFA e FIFA hanno distrutto i giocatori, così è troppo. Non abbiamo avuto metà settimana libera da quando abbiamo cominciato, nemmeno una“.