Liverpool-Borussia Dortmund è il calcio Liverpool-Borussia Dortmund è il calcio
Ce lo continuiamo a domandare, in continuazione. Anche e soprattutto perchè, di questi tempi, di motivi per disaffezionarsi a questo calcio ce ne piovono... Liverpool-Borussia Dortmund è il calcio

Ce lo continuiamo a domandare, in continuazione. Anche e soprattutto perchè, di questi tempi, di motivi per disaffezionarsi a questo calcio ce ne piovono addosso in continuazione. Razionalmente, fermandoci a pensare, qualcuno potrebbe prenderci davvero per matti, guardando quanto continuiamo a tenere a questo sport e quanto tempo, passione, sentimento ci buttiamo dentro.

Si, da fuori, forse, questa nostra follia ha sempre meno senso. Poi, però, arrivano serate come quella di ieri, ad Anfield. Serate in cui la razionalità deve farsi da parte, mettersi in silenzio in un angolino e semplicemente tacere. Serate in cui la follia diventa la norma, l’ordinario. Serate in cui lo spirito del calcio irrompe sulla scena e ci fa tornare bambini per l’ennesima volta. Svuotati di energie, impotenti e felici di fronte allo straordinario spettacolo del football, che si è manifestato ancora una volta di fronte a noi.

La zuccata di Dejan Lovren all’ultimo minuto, all’ultimo respiro di Liverpool-Borussia Dortmund è lo spirito del calcio, in tutta la sua maestosa grandezza. E’ uno di quegli attimi per cui amiamo il calcio, uno di quegli attimi che danno senso a una stagione, a una carriera, a un’esistenza. Si, a un’esistenza. Perchè, per chi quel gol lo ha visto dalle tribune di Anfield, con il cuore in mano e gli amici di sempre intorno, quel gol è diventato subito, in un istante, uno dei momenti più belli di una vita intera.

lbr

Perchè è questo il motivo per cui continuiamo a seguire il calcio, anche se è finito in mano a gente che maneggia le squadre di calcio e i giocatori come fossero burattini, che nel pallone vede solo un modo per ingrassare i propri conti in banca, che i tifosi li tratta come clienti, come vacche da mungere per ricavarne il massimo. Il gol di Lovren, ancora una volta, ha mandato tutto all’aria. E’ il miracolo che aspettiamo in religiosa attesa ogni volta in cui dedichiamo 90 minuti della nostra giornata a una partita di pallone. 

Gioia, felicità, disperazione, lacrime, trionfi, disfatte. In fondo, il calcio è solo una scusa per provare dei sentimenti forti. Se non credessimo nelle rimonte, se non sperassimo ogni volta nel gol della nostra squadra al novantesimo, in una vittoria da palpitazione che ti straccia le coronarie in un urlo senza fine, bè, allora, il calcio potremmo anche non guardarlo più.

Per fortuna, poi, ci sono le serate come quelle di ieri. Ci sono, ci saranno, e continueranno ad esserci. Qualsiasi cosa diventerà il calcio, grazie a Dio.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Il Borussia Dortmund quest’anno fa sul serio

2019-06-21 08:22:52
delinquentidelpallone

18

I calci d’angolo stanno diventando meno importanti nel calcio?

2019-06-17 14:38:25
delinquentidelpallone

18

I proprietari di squadre di calcio più ricchi d’Europa

2019-06-10 15:39:48
delinquentidelpallone

18

Ieri sera Sergio Ramos è entrato nella storia del calcio

2019-06-08 07:46:31
delinquentidelpallone

18

7 giovani brasiliani che vedremo presto nel calcio europeo

2019-06-05 09:55:34
delinquentidelpallone

18

Edoardo e Chiara, il cuore grande del calcio

2019-06-05 09:33:04
delinquentidelpallone

18

La maglia del Borussia Dortmund per la prossima stagione

2019-05-09 10:44:56
delinquentidelpallone

18

La furbata di Messi sul calcio di punizione contro il Liverpool

2019-05-03 17:04:47
delinquentidelpallone

18