L’intervento parecchio sporco di Fellaini contro l’Arsenal finito al centro delle critiche L’intervento parecchio sporco di Fellaini contro l’Arsenal finito al centro delle critiche
Questa sera l’incontro più atteso in Premier League era certamente Manchester United-Arsenal, partita sempre dal grande fascino. Le due squadre venivano da momenti diversi:... L’intervento parecchio sporco di Fellaini contro l’Arsenal finito al centro delle critiche

Questa sera l’incontro più atteso in Premier League era certamente Manchester United-Arsenal, partita sempre dal grande fascino.

Le due squadre venivano da momenti diversi: l’Arsenal è in una serie positiva che dura ormai da tantissime giornate e voleva confermarsi contro un avversario di livello, al contrario lo United sta stentando da inizio anno e non ha mai convinto del tutto, anche le volte in cui ha vinto.

La partita, come da pronostico, è stata molto avvincente e ricca di emozioni con l’Arsenal che per due volte è andato in vantaggio e altrettante volte è stato rimontato. Il punteggio di 2-2 finale è probabilmente quello che più rispecchia l’andamento del match, anche se i Gunners ai punti avrebbero probabilmente meritato la vittoria.

Mourinho ha varato una formazione altamente sperimentale, lasciando in panchina Pogba e Lukaku e giocando con una difesa a 3 composta da Bailly, Smalling e Rojo, con Darmian e Dalot sulle fasce a fungere da difensori aggiunti quando attaccavano gli avversari.

Nella ripresa sono entrati Lukaku, Pogba e Fellaini, con il belga che si è reso protagonista di un intervento parecchio sporco su Guendouzi, il giovane centrocampista dell’Arsenal.

Fellaini nell’intento di commettere il classico fallo tattico, invece di trattenere l’avversario per la maglia lo ha preso per i capelli fino ad impedirgli il proseguimento della corsa.

L’arbitro ha sanzionato l’intervento ma non ha estratto il cartellino giallo, in maniera piuttosto inspiegabile.

Un giocatore, Fellaini, non certo celebre per la sua correttezza in campo e che anche in questa occasione è finito al centro di numerose critiche per un intervento non certo così cattivo, ma indubbiamente sporco.

Questa volta la mossa di Mourinho di inserirlo nel finale, per cercare uno dei suoi colpi risolutivi, non ha pagato i dividendi sperati.