L’indecifrabile stagione di Mesut Ozil L’indecifrabile stagione di Mesut Ozil
La stagione dell’Arsenal può dirsi finora abbastanza soddisfacente: dopo un avvio un po’ complicato – dovuto anche al cambio di allenatore, con l’arrivo di... L’indecifrabile stagione di Mesut Ozil

La stagione dell’Arsenal può dirsi finora abbastanza soddisfacente: dopo un avvio un po’ complicato – dovuto anche al cambio di allenatore, con l’arrivo di Unai Emery – i Gunners hanno infilato una striscia positiva lunghissima, e si sono portati a ridosso delle prime quattro della classifica della Premier League, con l’obiettivo dichiarato di ritornare in Champions League l’anno prossimo.

A trascinare la squadra londinese ci stanno pensando in particolare Alexandre Lacazette e Pierre-Emerick Aubameyang, che contando gol e assist sono responsabili del 58% della produzione offensiva dell’Arsenal.

Sta mancando il contributo di un uomo spesso fondamentale nelle sorti dell’Arsenal, vale a dire Mesut Ozil.

Il tedesco – reduce da mesi tormentati anche con la Nazionale, cui ha dato l’addio dopo veementi polemiche – non sta trovanado la continuità necessaria, e la sua stagione fino a questo momento ha prodotto risultati altalenanti.

I numeri tra campionato ed Europa League parlano di 4 gol e 2 assist in 16 partite, ma il nome di Ozil non compare nel tabellino dei marcatori da più di due mesi, dal gol segnato al Leicester il 22 ottobre scorso.

In mezzo, davvero tanti problemi: dalla panchina contro il Bournemouth il 25 novembre, all’infortunio alla schiena che lo ha tenuto lontano dal campo agli inizi di dicembre, ai 20 minuti giocati contro il Southampton.

Per poi passare da una grande partita contro il Burnley – da capitano – alla sostituzione all’intervallo contro il Brighton. Per la sfida di oggi contro il Liverpool, tra l’altro, Ozil non è nemmeno convocato, per via di un nuovo infortunio.

Su di lui se ne sono dette tante: qualcuno ipotizzava addirittura che i suoi problemi alla schiena fossero dovuti alle innumerevoli ore passate a giocare alla Playstation, altri che il suo rapporto con Emery non sia dei migliori, portando ad esempio la fascia di capitano lanciata a terra dopo la sostituzione nella partita contro il Crystal Palace a fine ottobre.

Di certo, finora Mesut Ozil non ha trovato pace, e fino a quando non succederà, la stagione dell’Arsenal continuerà probabilmente a essere destinata a un’altalena di risultati.

Related Posts

Paulo Henrique Ganso, una promessa da mantenere

2016-08-09 10:22:38
delinquentidelpallone

1

Come vedremo la Serie A in tv l’anno prossimo

2018-02-06 09:38:23
delinquentidelpallone

1

Come è andata la Supercoppa in Francia e in Germania

2019-08-03 20:37:37
delinquentidelpallone

1

Andrea Fortunato, le parole che non ti ho detto

2018-04-25 08:56:38
delinquentidelpallone

1

I 50 migliori under 20 del mondo secondo L’Equipe

2019-06-14 14:17:13
delinquentidelpallone

1

Angel Di Maria, la notte della vendetta del Fideo

2019-02-12 22:06:17
delinquentidelpallone

1

Le squadre più dominanti d’Europa secondo il CIES

2018-03-05 13:58:31
delinquentidelpallone

1