L’importante novità che la Bundesliga vuole introdurre per l’utilizzo del VAR L’importante novità che la Bundesliga vuole introdurre per l’utilizzo del VAR
Lentamente ci stiamo abituando all’utilizzo del Var, che dagli ottavi di finale farà la sua comparsa anche in Champions League e, dalla prossima stagione,... L’importante novità che la Bundesliga vuole introdurre per l’utilizzo del VAR

Lentamente ci stiamo abituando all’utilizzo del Var, che dagli ottavi di finale farà la sua comparsa anche in Champions League e, dalla prossima stagione, verrà impiegato addirittura in Premier League, torneo che sembrava piuttosto refrattario all’introduzione della tecnologia.

In Germania il Var viene impiegato già da tempo ma nell’ultimo weekend di Bundesliga ci sono state diverse polemiche per alcune decisioni non chiarite nemmeno con l’uso della tecnologia.

In particolare i match Hertha Berlino-Eintracht Francoforte e Mainz-Hannover hanno avuto episodi controversi che, stando a quanto si legge, non sono stati valutati correttamente in sala Var che, lo ricordiamo, in Germania ha sede centralizzata a Colonia.

L’allenatore dell’Hannover, in particolare, è stato molto duro al termine della partita che ha visto la sua squadra raggiunta sull’1-1 grazie ad un rigore parecchio dubbio, per non dire inventato, concesso agli avversari.

Queste le sue parole: “Se non è stato considerato un tuffo a Colonia, allora possiamo anche fermare e abolire l’assistenza video. Tutto questo non ha nulla a che vedere con una decisione equa.”

Proprio a causa di queste polemiche la Federazione tedesca starebbe pensando ad un’importante novità da introdurre quanto prima in sala Var.

Il progetto sarebbe quello di affiancare agli arbitri normalmente presenti degli ex giocatori, in grado di interpretare meglio alcune situazioni di gioco come possono essere, ad esempio, le simulazioni.

Il responsabile Var, Jochen Drees, ha confermato la totale apertura per questa ipotesi: “Inserire anche alcuni ex giocatori in sala Var è una proposta assolutamente sensata e sono disponibile a parlarne. Chi ha giocato sicuramente ha una visione differente rispetto a ciò che succede in campo e questo può aiutare gli arbitri in alcune situazioni.”

Vedremo se questa, che al momento è solo una proposta, verrà adottata in Germania e soprattutto con quali risultati, certo è che sarebbe difficile allargare la sperimentazione ad un un campionato come il nostro, spesso avvelenato da sospetti e teorie di complotto di vario genere.

Che ne pensate?