L’Hertha Berlino è la sorpresa della Bundesliga L’Hertha Berlino è la sorpresa della Bundesliga
Ieri sera, all’Olympiastadion di Berlino, tirava un’aria diversa. Un’aria di soddisfazione, di speranza, un’aria che si respira solamente ad alta quota: l‘Hertha ha appena... L’Hertha Berlino è la sorpresa della Bundesliga

Ieri sera, all’Olympiastadion di Berlino, tirava un’aria diversa.

Un’aria di soddisfazione, di speranza, un’aria che si respira solamente ad alta quota: l‘Hertha ha appena battuto 2-0 il Bayern Monaco, e dopo sei giornate di Bundesliga, si ritrova in testa al campionato, insieme proprio ai bavaresi.

Nella sua storia, l’Hertha non ha mai avuto grande fortuna contro i giganti di Monaco, se pensiamo che sui 73 incontri disputati, ne ha persi più della metà, ovvero 41. L’ultimo successo dell’Hertha contro il Bayern risaliva al febbraio del 2009, praticamente una vita fa.

Decise una doppietta dell’ucraino Andriy Voronin, al Bayern non bastò il gol di Miro Klose.

Ieri sera, la storia si è ripetuta, in una di quelle partite talmente strane che se le rigiochi altre 100 volte, non finiranno mai allo stesso modo. L’Hertha ha battuto 2-0 il Bayern Monaco, con le reti dei due protagonisti principali dell’avvio di stagione della squadra biancoblu.

L’improvvido intervento di Jerome Boateng ha messo nei piedi del bosniaco Ibisevic il rigore dell’1-0, un lampo dello slovacco Ondrej Duda ha firmato il raddoppio. L’imprecisione sotto porta del Bayern e le parate di Kraft hanno fatto il resto.

Dopo sei giornate, Hertha e Bayern hanno gli stessi punti – 13 – e sono in testa al campionato, appaiate: un successo del Borussia Dortmund o del Werder Brema, oggi, toglierebbero questo primato alle due squadre che si sono sfidate ieri sera, ma la squadra di Berlino resta comunque una delle sorprese del campionato.

Non che negli ultimi anni la squadra di Pál Dárdai abbia mai fatto malissimo: lo scorso anno chiuse al decimo posto, nei due precedenti al sesto e settimo, regalandosi anche una partecipazione europea, non troppo fortunata, in Europa League.

Quest’anno ha cominciato la stagione raccogliendo vittorie di prestigio: oltre a quella sul Bayern, l’Hertha ha già vinto contro Schalke 04 e Borussia Moenchengladbach. L’Hertha non ha ambizioni di alta classifica, al momento sta veleggiando in alto proprio grazie ai gol dei due cannonieri di serata: Ondrej Duda ha già segnato 5 gol in 6 partite, mentre il vecchio marpione d’area di rigore, Vedad Ibisevic, lo segue a ruota con 4.

Per dimostrare l’eccezionalità di questo avvio di stagione dell’Hertha, basti pensare che Duda ha già eguagliato la sua miglior stagione realizzativa, visto che prima d’ora aveva segnato al massimo cinque gol in un campionato, ma in Polonia o in Slovacchia, mica in Bundesliga.

La Bundesliga, però, ci ha insegnato che sa essere un campionato molto strano, e vedere l’Hertha di Pál Dárdai nelle posizioni di testa fino a fine anno potrebbe davvero non essere una sorpresa così grande.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

 

Related Posts

Christian Kouamé: una gazzella a Genova

2018-11-26 10:57:46
pagolo

1

Hirving Lozano alla conquista dell’Europa

2017-10-30 10:19:04
delinquentidelpallone

1

Fantacalcio: la worst 11 della dodicesima giornata

2015-11-09 11:20:38
delinquentidelpallone

1

Ante Budimir: sognando Mandzukic

2016-02-05 22:24:20
delinquentidelpallone

1

Il gran gol di Vidal contro la Svezia

2018-03-24 20:59:49
pagolo

1

Juve: torna Andrea Pirlo a fine carriera

2017-02-19 09:30:08
delinquentidelpallone

1

Lokomotiv-Nizza: la sfortuna si accanisce su Balotelli

2018-02-22 16:36:17
delinquentidelpallone

1

Il super gol di Del Piero in Guatemala

2017-06-27 08:45:47
delinquentidelpallone

1

La caduta all’inferno del Lens

2017-08-29 13:22:15
delinquentidelpallone

1

I 10 peggiori provocatori del calcio secondo France Football

2016-04-14 18:47:31
delinquentidelpallone

1