L’espulsione più insensata della storia, forse. L’espulsione più insensata della storia, forse.
Ieri sera, in Portogallo, si giocava il turno della coppa Nazionale e tra le varie squadre impegnate c’era anche il Porto, in trasferta sul... L’espulsione più insensata della storia, forse.

Ieri sera, in Portogallo, si giocava il turno della coppa Nazionale e tra le varie squadre impegnate c’era anche il Porto, in trasferta sul campo della Moreirense. La partita, terminata con il risultato di 1-0 per i padroni di casa, già di per sè una notizia abbastanza clamorosa, è stata teatro di uno degli episodi più assurdi che si siano registrati su un terreno di gioco.

Protagonisti del “curioso” evento il difensore/centrocampista del Porto, Danilo Pereira, transitato anche per un breve periodo in Italia, in quel di Parma, e l’arbitro Luis Godinho.

Come potete vedere bene nel video, l’arbitro sta correndo all’indietro quando, incidentalmente, va a sbattere contro il roccioso giocatore portoghese che allunga le braccia nel tentativo di proteggersi.

I due si scambiano qualche occhiataccia e qualche parola dopo di che l’arbitro decide di estrarre il secondo cartellino giallo, Danilo era già ammonito, ed espellere il calciatore.

Logicamente non poteva finire qui questa vicenda, troppo particolare perchè non ci fossero ulteriori strascichi una volta finito il match.

schermata-2017-01-04-alle-12-37-40

Lo stesso Danilo infatti, una volta terminata la partita, ha postato il video incriminato su Instagram con il seguente commento: “Ho visto e rivisto il filmato centinaia di volte e onestamente non riesco a capire il criterio secondo il quale questo gentleman abbia preso tale decisione. Ho visto moltissimi episodi controversi nel calcio, ma questo è indubbiamente il più vergognoso.”




Per la cronaca, solo 6 minuti più tardi, è stato espulso anche Yacine Brahimi, con il Porto costretto a finire la partita in 9 uomini.