L’espulsione di Kakà con il Var sta facendo molto discutere in America L’espulsione di Kakà con il Var sta facendo molto discutere in America
Ieri tra i vari campionati in giro per il mondo, si è giocato anche in America dove la MLS è in pieno svolgimento con... L’espulsione di Kakà con il Var sta facendo molto discutere in America

Ieri tra i vari campionati in giro per il mondo, si è giocato anche in America dove la MLS è in pieno svolgimento con Toronto, la squadra di Sebastian Giovinco, in testa alla classifica.

Tra le tante partite in programma c’era anche New York Red Bulls contro Orlando City, partita che è terminata con il risultato di 3-1 a favore dei padroni di casa e in cui c’è stato un episodio molto controverso che sta facendo molto discutere con protagonista il famigerato VAR.

Cos’è successo? Il fatto incriminato è accaduto al 90′, ovvero a partita praticamente terminata, ed il protagonista (involontario) della vicenda, oltre al Var, è stato Ricardino Kakà, giocatore degli Orlando City.

Vi avevamo mostrato la settimana scorsa lo splendido gol realizzato dal giocatore brasiliano, ancora in grado di regalare prodezze assolute sebbene abbia perso lo spunto dei giorni migliori. Ieri invece, purtroppo per lui, Kakà è stato espulso con l’ausilio del video per aver messo scherzosamente le mani in faccia ad un suo avversario.

Il tutto è nato a fine partita quando c’è stato uno scontro di gioco che ha dato origine ad un piccolo parapiglia con qualche spintone. Ad un certo punto è arrivato anche Kakà che, ridendo, ha messo le mani intorno al collo dell’amico Collin (i due, ex compagni di squadra proprio agli Orlando City, pare siano migliori amici) il quale una volta accortosi che il gesto proveniva da Kakà si è messo a sua volta a ridere e tutto è subito rientrato.

L’arbitro ha comunque deciso di consultare il video per capire esattamente cosa fosse accaduto nel parapiglia e, oltre ad ammonire due giocatori per scorrettezze, ha estratto il cartellino rosso ai danni di un incredulo Kakà, che si è affrettato a spiegare la natura scherzosa del gesto, senza alcun successo.

Qua potete ammirare nel dettaglio tutto l’accaduto

E’ vero, l’arbitro non deve tenere conto di fattori estranei al contesto di gioco ed il gesto di Kakà, per quanto bonario e senza nessun intento violento, è stato indubbiamente ingenuo. Certo è che il fatto, per la sua particolarità, è quantomeno curioso ed è stato subito oggetto di dibattito dall’altra parte dell’oceano.

Voi cosa ne pensate? Decisione corretta dell’arbitro o, al suo posto, vista la natura palesemente scherzosa del gesto, avreste chiuso un occhio? Fatecelo sapere nei commenti

Related Posts

La gigantesca frittata di Alisson contro il Leicester

2018-09-01 12:58:46
delinquentidelpallone

1

L’addio di Iraola, il leone basco

2015-05-25 12:01:37
delinquentidelpallone

1

Lorenzo Insigne, lo scugnizzo di Frattamaggiore

2016-02-01 13:56:38
delinquentidelpallone

1

Lo sciagurato rigore di Robinho

2017-08-06 22:59:39
delinquentidelpallone

1

10 assist di Fabregas che solo Fabregas poteva fare

2019-01-07 21:12:58
delinquentidelpallone

1

Semplicemente Dybala

2017-04-11 21:01:31
delinquentidelpallone

1

Payet, punizione capolavoro!

2017-04-01 16:22:44
delinquentidelpallone

1

Il Brasile, l’Argentina, due rivali e un fantasma da scacciare

2016-11-10 15:46:05
delinquentidelpallone

1