Leo Messi non è un calciatore qualsiasi. E’ stato il miglior calciatore al mondo, per alcuni lo rimane, per altri è stato superato in...

Leo Messi non è un calciatore qualsiasi. E’ stato il miglior calciatore al mondo, per alcuni lo rimane, per altri è stato superato in questo momento. Ma, senza ombra di dubbio, Leo Messi rimane un’icona e un modello per tantissime persone.

Proprio per questo, è stato recentemente intervistato dalla rivista argentina “Gente” in una lunga e interessantissima conversazione. Questi gli stralci più interessanti della conversazione.

Una delle domande più scontate era quella sul rapporto tra Leo e Diego Armando Maradona, l’altro grande 10 della storia dell’Albiceleste, quello con cui i paragoni si sono sempre sprecati. Una sorta di fantasma con cui Messi ha imparato ben presto a convivere.

Il primo calciatore che mi ha colpito? Inizialmente non seguivo nessuno in particolare, ma quando ho iniziato a capire bene c’era Diego Armando Maradona che tornava a giocare in Argentina. Era il 1993 e lui arrivò al Newell’s Old Boys, giocando anche nella Nazionale che poi si qualificò per USA ’94. Ecco, se c’è qualcuno che mi ha ispirato è stato certamente lui.

Il segreto di Leo Messi? L’amore, quello per il calcio. La passione di chi sa di fare, probabilmente, il mestiere più bello del mondo, e di chi ha voglia di farlo ancora a lungo.

Non so di preciso se questo sia il segreto o meno, ma io mi diverto sempre quando gioco a calcio e so che questo è ciò che mi piace maggiormente nella vita. Voglio continuare a farlo finchè potrò.

Leo sa di essere un privilegiato. Una persona che ha quasi sempre dimostrato di avere la testa sulle spalle, nonostante l’immensa popolarità. Non deve essere semplice, per chiunque, gestire la pressione di essere un idolo per intere generazioni di ragazzi, di essere quasi un semidio per un popolo intero.

Come gestisco la mia popolarità? Cerco di affrontare tutto nella maniera più normale possibile, ma ritengo di essere una persona molto fortunata. Ci sono tante persone che salvano vite o costruiscono cose per farci vivere meglio, a me è toccata la fortuna di giocare a calcio.