L’Empoli è primo ma ha già preso due innesti importanti L’Empoli è primo ma ha già preso due innesti importanti
Come ogni anno, il campionato di Serie B è sempre piuttosto equilibrato, con la lotta per le posizioni di testa che quest’anno non sta... L’Empoli è primo ma ha già preso due innesti importanti

Come ogni anno, il campionato di Serie B è sempre piuttosto equilibrato, con la lotta per le posizioni di testa che quest’anno non sta vedendo una squadra in fuga come il Benevento della scorsa stagione, ma con molte squadre a contendersi i primi posti.

Attualmente, al comando della classifica c’è l’Empoli di Alessio Dionisi, che ha inanellato una serie di risultati favorevoli, e al momento conduce con 4 punti di vantaggio sul Cittadella (che ha però una partita in meno), 5 sulla SPAL e 6 su Monza e Salernitana.

I toscani, che puntano al ritorno in Serie A dopo la retrocessione della stagione 2018/19, hanno trovato in Leonardo Mancuso – autore di 10 gol fino a questo momento – il loro trascinatore, ma stanno legittimando il loro campionato con numeri importanti: basti pensare, infatti, che la squadra di Dionisi ha il miglior attacco e la miglior difesa (a pari merito con Cittadella e Monza) del campionato.

Questo, però, non sta impedendo all’Empoli di fare movimenti importanti a gennaio, un tentativo di rinforzare ulteriormente la squadra per provare a mantenere questo vantaggio e rimanere al comando fino al termine della stagione.

Così, in questi giorni di mercato, sono arrivati due acquisti di livello. Il più importante è sicuramente il terzino destro Stefano Sabelli, che l’anno scorso aveva fatto molto bene in Serie A con il Brescia, mentre il secondo arriva proprio dalla Serie A, con il centrocampista centrale Giovanni Crociata che arriverà in prestito dal Crotone.

Due giocatori che potranno sicuramente rafforzare l’Empoli nell’immediato, lanciando anche un messaggio alla concorrenza.

PUOI LEGGERE ANCHE:

Lazio-Parma di stasera potrebbe essere una partita di culto

Come cambierà il Torino con Davide Nicola

Quando Bruno Fernandes giocava in Serie B