Lee Martin, il ragazzo che salvò Sir Alex Ferguson Lee Martin, il ragazzo che salvò Sir Alex Ferguson
Correva l’anno 1990 in quel di Manchester e all’Old Trafford era al “potere” un 49enne di Govan, quartiere povero di Glasgow, uno che si... Lee Martin, il ragazzo che salvò Sir Alex Ferguson

Correva l’anno 1990 in quel di Manchester e all’Old Trafford era al “potere” un 49enne di Govan, quartiere povero di Glasgow, uno che si era guadagnato da vivere facendo il barista nel suo pub, il “Fergie“, prima di diventare allenatore e vincere praticamente tutto in 8 anni come allenatore all’Aberdeen: stiamo parlando di Alex Ferguson. Era diventato l’allenatore del Manchester United quattro anni prima prendendo il posto di Ron Atkinson. In quei quattro anni c’erano stati più fallimenti che vittorie, più delusioni che trionfi. La società aveva deciso di dargli un’ultima possibilità: se non avesse vinto nulla neanche quella stagione, sarebbe stato sollevato dal suo incarico.

In campionato la squadra termina al 13esimo posto, a pari punti con gli odiati cugini del City, e in Coppa di Lega viene eliminata al terzo turno dagli Spurs dopo un secco 0-3 all’Old Trafford. Rimaneva solo la FA Cup e lì i ragazzi erano riusciti ad arrivare alla finale contro il Crystal Palace, ma quanta fatica: era servito il replay per eliminare l’Oldham, che all’epoca navigava in seconda divisione, e nelle partite precedenti la vittoria era arrivata con un solo goal di scarto. Troppo poco, troppo preoccupante.

E se non dovessi vincerla questa FA Cup?“, avrà pensato Alex Ferguson. L’unica risposta che si dava era: “Tornerei in Scozia pur sapendo che avrei potuto fare qualcosa con quella squadra, avevo gettato delle basi ma adesso il palazzo è caduto..

La finale va di scena nel vecchio Wembley: finisce 3-3 dopo 120′ di gioco senza un vincitore né un vinto, poiché all’epoca non veniva contemplata l’idea che si potesse continuare ai calci di rigore come invece oggi è consuetudine fare. Il replay, ancora un dannato replay per lo United, è sempre a Wembley, 5 giorni dopo, il 17 maggio 1990.

La partita si giocò su grandi ritmi, entrambe le squadre volevano vincere ma cercavano di limitare i rischi. Il Palace si era mosso meglio in campo e avrebbe meritato certamente di vincere, ma il calcio riserva sempre delle sorprese.

Allo scoccare dell’ora di gioco, Neil Webb si trova al centro del campo nella metà campo avversaria e vede che il terzino sinistro, Lee Martin, accelera in maniera impressionante e gli chiama a gran voce il pallone. Webb lo serve e Lee Martin lo stoppa col petto, lo fa rimbalzare per qualche metro e tira col destro una bordata imparabile per il portiere delle Eagles, Nigel Martyn, che si dispera mentre i giocatori del Manchester United corrono ad abbracciare l’eroe di giornata con la consapevolezza che i loro avversari non sarebbero stati in grado di pareggiare e vincere la partita. E infatti hanno ragione loro: il Manchester United vince la sua settima FA Cup e Alex Ferguson conquista il primo trofeo da allenatore dello United.

Lee Martin è il ragazzo che salvò Sir Alex poiché, senza il suo goal, l’allenatore di Glasgow sarebbe stato certamente cacciato dalla dirigenza senza alcun appello. L’ironia della sorte vuole che quel terzino sinistro, che aveva solo 21 anni quel giorno, segnerà solamente un goal con la casacca dei Red Devils, proprio quello nella finale contro il Crystal Palace. Martin rimarrà ad Old Trafford per altri quattro anni fino a quando un giovane Phil Neville non lo spodesterà del suo ruolo come terzino sinistro e lui andrà al Celtic incontrando una grande sfortuna: si romperà ben presto i legamenti e questo inciderà molto sulla sua promettente carriera.

Quel giorno Alex Ferguson era ad un passo dalla fine del suo “mandato” come manager. Senza il goal di Martin non avremmo mai potuto conoscere le gesta della “Class of ’92”, dei grandi numeri 7 Eric Cantona, David Beckham e Cristiano Ronaldo. Senza quel goal il Manchester United sarebbe rimasto nell’anonimato per altri 30 o 40 anni per lo meno, non avrebbero scritto le indimenticabili pagine della storia che tutti conosciamo ormai a memoria.

Da quel 17 Maggio 1990 il Manchester United di Ferguson non si sarebbe più fermato, conquistando 38 titoli tra cui spicca il “Treble” della stagione 1998/99 con la leggendaria finale col Bayern Monaco. Questa è la storia di un giovane del Cheshire che involontariamente ci ha regalato i più grandi momenti della storia del calcio dell’ultimo quarto di secolo. Questa è la storia di Lee Martin, il ragazzo che salvò Sir Alex Ferguson.

Giovanni Parente