Le squadre favorite dalla formula a Final 8 della Champions Le squadre favorite dalla formula a Final 8 della Champions
Il cambio di formula della Champions League edizione 2019/20 è ormai realtà, e sarà una sfida intrigante per tutti, di sicuro un terreno sconosciuto... Le squadre favorite dalla formula a Final 8 della Champions

Il cambio di formula della Champions League edizione 2019/20 è ormai realtà, e sarà una sfida intrigante per tutti, di sicuro un terreno sconosciuto che per molte squadre sarà un vero e proprio salto nel vuoto.

Quello che rimane della Coppa dei Campioni diventerà una specie di Mondiale, un torneo con gare secche in campo neutro di difficilissima lettura, quasi impossibile da pronosticare.

Cambierà tantissimo, e non solo per le circostanze ambientali, e per il fatto che si giocherà a porte chiuse (o con pochissimi spettatori sugli spalti).

A cambiare saranno anche le partite, che saranno radicalmente trasformate rispetto alle sfide con il doppio confronto andata e ritorno. Per questo, oggi abbiamo provato a rispondere a questa domanda: chi potrà avvantaggiarsi dalla nuova formula, chi sarà favorito dalle Final 8?

La risposta a questa domanda è molto complicata, e per arrivarci possiamo partire da un altro tema. Ovvero, chi è stato favorito finora in Champions?

Si è sempre detto che in Europa è stato premiato, negli ultimi anni, un calcio propositivo, d’attacco, con la tendenza a privilegiare le giocate dei campioni. D’altronde, il gol che vale doppio in trasferta ha reso fondamentale il segnare fuori casa. Per cui le squadre “sparagnine” recentemente hanno piano piano lasciato il passo a chi era in grado di segnare gol pesanti lontano dalle mura amiche.

E poi, il doppio confronto ha favorito anche imprese e rimonte epiche, spinte anche dall’atmosfera dei grandi teatri del calcio. Abbiamo tutti ancora negli occhi la rimonta del Liverpool ad Anfield contro il Barcellona, rimonta che non sarebbe stata possibile senza la spinta dello stadio.

Insomma, due fattori che ad agosto, a Lisbona, non ci saranno. Il pubblico sarà a casa, o non sarà così decisivo, e soprattutto le otto squadre che arriveranno fin lì giocheranno tutte in campo neutro.

Per questo motivo, una delle possibilità potrebbe essere quella di assistere a partite con squadre meno disposte ad andare all’attacco all’arma bianca. Visto che la posta in palio sarà importante, ma ci saranno solo 90′ a disposizione, le squadre saranno meno disposte a correre dei rischi. Un po’ come succede al Mondiale dai quarti di finale in poi, no? E in uno scenario del genere le squadre più solide (l’Atletico Madrid, per esempio) potrebbero trarre giovamento.

Ma degna di attenzione è anche l’ipotesi contraria. Ci sono squadre che arriveranno a questa Final 8 senza nulla da perdere, due su tutte: Lipsia e Atalanta. Se riusciranno a lanciarsi all’assalto, senza paura, potrebbero raccoglierne i frutti. D’altronde, in una partita secca è più facile fare l’impresa.

Mancano poi ancora 4 pass per la Final 8 di Lisbona: e le squadre che dovranno giocarsi il ritorno in casa non avranno a disposizione il fattore campo, con 3 confronti su 4 ancora in grande equlibrio, visto che solo il Bayern può dirsi quasi al sicuro. La Juventus, per esempio, dovrà ribaltare la sconfitta di Lione in uno stadio vuoto, mentre il Napoli non dovrà tremare al cospetto del calderone del Camp Nou. Un bel vantaggio per la squada di Gattuso e per il Lione, in questo caso.

C’è poi un ultimo fattore da tenere in considerazione. Alcune squadre arriveranno alle Final 8 dopo un tour de force in campionato, altre invece, come il Bayern o il PSG, si saranno riposate molto di più. Per qualcuno potrebbe essere un vantaggio non aver giocato per diverse settimane, per altri, come i francesi, l’assenza di gare competitive potrebbe essere un problema.

Insomma, arrivati a questo punto, la domanda torna a galla: ma chi sarà favorito da questa formula?

Nonostante l’imprevedibilità del confronto secco, l’impressione è che potrebbero essere favorite le squadre più solide, quelle che sapranno blindare meglio la difesa e quelle che sapranno far valere il tasso tecnico, silenziando l’arrembaggio delle piccole che non potranno contare sul calore del loro pubblico. Ma soprattutto quelle che arriveranno con più benzina nelle gambe.

Abbiamo già detto di quanto possa diventare pericoloso l’Atletico Madrid in una situazione del genere, ma altre due squadre molto solide potrebbero trarre giovamento dalle partite a porte chiuse, il Bayern Monaco e il Barcellona, pronte a far valere il loro tasso tecnico anche in partite senza la spinta del pubblico. I tedeschi, poi, saranno molto più riposati degli altri. E attenzione anche a un’altra squadra: il Manchester City giocherà il finale di campionato come un allenamento, visto che non potrà raggiungere il Liverpool, e se supererà il Real sarà sicuramente pericoloso per questa Final 8.

Poi, in ogni caso, il pallone rimarrà rotondo. E sfuggire all’aleatorietà del risultato sarà difficile per tutti.