Le pesanti accuse della madre (e procuratrice) di Rabiot nei confronti del PSG Le pesanti accuse della madre (e procuratrice) di Rabiot nei confronti del PSG
Il rapporto tra Adrien Rabiot ed il PSG è ai minimi termini dopo che il giocatore ha espresso a più riprese il desiderio di... Le pesanti accuse della madre (e procuratrice) di Rabiot nei confronti del PSG

Il rapporto tra Adrien Rabiot ed il PSG è ai minimi termini dopo che il giocatore ha espresso a più riprese il desiderio di cambiare squadra ed è stato messo ai margini della rosa.

Come se non bastasse il centrocampista ci ha messo del suo per rendere la situazione ancora più tesa con alcuni atteggiamenti alquanto discutibili, come ad esempio farsi beccare in discoteca subito dopo la disfatta in Champions contro lo United, costata l’eliminazione alla sua squadra.

Un altro motivo di discordia, tra giocatore e società, è stato quello di affidarsi alla madre per curare i propri interessi, in quanto molte esternazioni della procuratrice non sono state gradite dal club e sarebbe questo anche uno dei motivi per cui il Barcellona, che inizialmente sembrava molto interessato ad assicurarsi le prestazioni del centrocampista francese, ha poi desistito virando su altri obiettivi.

Proprio la madre del calciatore è tornata a parlare in queste ore, lanciando pesanti bordate nei confronti della società parigina, accusata di comportarsi in modo molto scorretto con il figlio.

Queste le sue dichiarazioni rilasciate in un’intervista all’Equipe: “Mio figlio al PSG è trattato come un ostaggio, un prigioniero. Lo multano se arriva in ritardo di 5 minuti ad una riunione di squadra mentre alcuni calciatori, da infortunati, possono andare in giro per il mondo a festeggiare il carnevale.”

Il riferimento del carnevale è ovviamente una frecciata rivolta a Neymar, il quale è alle prese con l’infortunio al piede e si sta curando in Brasile, dove appunto ha preso parte ad un party di carnevale con tanto di filmati che testimoniano la sua presenza.

In ogni caso visto il tenore delle dichiarazioni l’impressione è che la separazione in casa tra Rabiot ed il PSG continui almeno fino al termine della stagione, dopo di che si cercherà di trovare una soluzione conveniente per entrambe le parti, che molto probabilmente si concretizzerà con la cessione del giocatore.

Sicuramente dopo questa telenovela il valore del giocatore è drasticamente diminuito e, cosa ancora più importante, molte società potrebbero essere scettiche riguardo il lato caratteriale e professionale del calciatore.