Le parole di Spalletti dopo Inter-Eintracht Le parole di Spalletti dopo Inter-Eintracht
Con la sconfitta di stasera contro l’Eintracht Francoforte – decisivo il gol di Jovic nel primo tempo – l’Inter, seppur rimaneggiatissima, ha abbandonato l’Europa... Le parole di Spalletti dopo Inter-Eintracht

Con la sconfitta di stasera contro l’Eintracht Francoforte – decisivo il gol di Jovic nel primo tempo – l’Inter, seppur rimaneggiatissima, ha abbandonato l’Europa League e salutato la competizione europea.

Una sconfitta amara per i nerazzurri, ma preventivabile viste le condizioni d’emergenza in cui si è trovata la squadra.

Luciano Spalletti, parlando a fine partita ai microfoni di Sky Sport, ha ammesso alcune responsabilità circa alcune scelte che ha compiuto, pur considerando la situazione di assoluta emergenza.

“La scelta di Keita è stata avventata, è colpa mia. Non era in condizione, era fuori da troppo tempo, gli mancava la garra, la grinta, come quando si è allungato il pallone nel primo tempo.”

L’allenatore dell’Inter ha poi commentato così il resto del match:

“Loro lasciavano molti spazi e si poteva approfittarne, ma il gol iniziale ci ha innervositi ed ha condizionato il resto del match. Nel tentativo di andare a recuperare, poi, invece di fare bene si è creato ancora più disordine. Abbiamo portato troppo palla, allungandoci. Le aspettative sono molte, ma le possibilità sono poche. Il risultato dell’andata ha fatto sì che si creasse pressione sulla vittoria obbligatoria sin da subito. Ma non c’era fretta, si poteva gestire anche in un certo modo col pari fino all’ultimo quarto d’ora. Ma quel gol ha cambiato tutto“.

E, infine, un pensiero sul derby di domenica, rispondendo così a chi gli chiedeva se la squadra non avesse avuto un po’ di paura:

“Parlare di paura non è corretto. Non si crei lo stesso clima di questa settimana anche in ottica derby. Meno pressione, più calma, la paura è una parola esagerata“.