Le parole di Rino Gattuso alla vigilia della sfida con il Torino Le parole di Rino Gattuso alla vigilia della sfida con il Torino
Per il Milan quella di domani contro il Torino è una sfida fondamentale per il quarto posto, in ottica Champions League. Rino Gattuso, analizzando... Le parole di Rino Gattuso alla vigilia della sfida con il Torino

Per il Milan quella di domani contro il Torino è una sfida fondamentale per il quarto posto, in ottica Champions League.

Rino Gattuso, analizzando il difficile momento della squadra rossonera, ha parlato così in conferenza stampa, e come al solito non sono mancati gli spunti interessanti di discussione.

Queste le parole del tecnico rossonero sull’importanza della partita di domani:

“Domani giocheremo per la maglia, la carriera dei giocatori e tutto l’universo Milan. Ci stiamo giocando tanto, veniamo da un momento negativo e sono giuste le critiche che stiamo ricevendo. Domani giochiamo contro il Torino che ricorda l’Atalanta, hanno caratteristiche simili. Ci è mancata l’anima nelle ultime partite, dobbiamo recuperarla”.

Gattuso poi ha risposto a qualcuno che gli rimproverava di non saper gestire lo spogliatoio:

“Io penso di saper gestire lo spogliatoio. Giocatore e allenatore sono due cose completamente diverse e il mio ruolo è cambiato. Quando dico che il primo responsabile sono io è perché mi assumo tutte le responsabilità. Vedo una squadra che si dà le martellate da sola, che pensa troppo”.

Sull’importanza della posta in palio:

Tutti sanno l’importanza della posta in palio, nessuno gioca per farlo apposta o per fare dispetti. Il Milan non si giocava la Championsda anni, invece sento che non vale niente e che ci divertiamo. Ma non è così. È vero, abbiamo pregi e difetti, ma serve rispetto per questi ragazzi che stanno dando tutto, e ci può stare anche un momento negativo”.

E, infine, sulle difficoltà di Piatek:

A noi piace quando attacca lo spazio, quando crea linee di passaggio. Deve essere servito meglio, ma non è vero che non gli arrivano palloni. L’attaccante non deve stare solo in area, ma in questo momento facciamo fatica a palleggiare”

Related Posts

Chi è Lucien Agoumé, il classe 2002 nel mirino dell’Inter

2019-06-06 09:30:57
delinquentidelpallone

18

Dove allenerà Gattuso l’anno prossimo?

2019-05-29 09:48:47
delinquentidelpallone

18

Le parole di Paratici su Guardiola prima di Samp-Juve

2019-05-26 16:30:24
delinquentidelpallone

18

Le parole di Maurizio Sarri sul suo futuro

2019-05-22 13:13:30
delinquentidelpallone

18

Le parole di Florenzi sulla lite con Cristiano Ronaldo

2019-05-12 21:26:40
delinquentidelpallone

18

Le parole di Vincenzo Montella dopo la sconfitta contro il Milan

2019-05-11 21:25:48
delinquentidelpallone

18

Il litigio tra Gattuso e Bakayoko durante Milan-Bologna

2019-05-06 19:12:11
delinquentidelpallone

18