Questa sera in Premier League era in programma il derby di Manchester che, se vinto dal City, avrebbe consegnato agli uomini di Guardiola il...

Questa sera in Premier League era in programma il derby di Manchester che, se vinto dal City, avrebbe consegnato agli uomini di Guardiola il titolo.

La strada si era subito messa in discesa per i Citizens andati in vantaggio con Kompany e capaci di trovare il raddoppio, dopo qualche minuto, con un gran gol di Gundogan.

La partita sembrava saldamente nelle mani del City con lo United che nel primo tempo non ha mai fatto un tiro nello specchio della porta avversaria ma qualcosa dopo l’intervallo è cambiato: lo United è parso molto più propositivo e Pogba, uno dei più deludenti nei primi 45 minuti, è salito in cattedra.

La doppietta del francese ha permesso agli uomini di Mou di impattare sul 2-2 e al 69′ Smalling ha completato la rimonta portando addirittura in vantaggio i Red Devils.

E’ stato evidentissimo a tutti il cambio di marcia dello United tra primo e secondo tempo così come chiaro è stato il fatto che Mourinho abbia detto qualcosa di importante ai suoi per scuoterli dal torpore che aveva caratterizzato il primo tempo.

Proprio Smalling, l’autore del gol decisivo, ha rivelato le parole del tecnico portoghese nello spogliatoio: “Ci ha detto che non voleva che facessimo la figura dei clown scesi in campo per vederli festeggiare il titolo“.

Mourinho in conferenza si è poi tolto qualche sassolino nei confronti degli addetti ai lavori che avevano espresso alcuni pareri su di lui e sui suoi giocatori a suo dire troppo negativi.

Non siamo così male come la gente dice, non sono un allenatore così scarso come la gente dice e i giocatori non sono così scarsi”, queste lo sfogo dello Special One che hai poi concluso con una delle sue frasi ad effetto: “Anche se il Manchester United non dovesse più vincere nulla da qui a 50 anni rimarrebbe sempre il Manchester United”, un riferimento alla diversa caratura storica delle due squadre.

Questo derby farà sicuramente parlare per parecchio tempo, visti anche i numerosi episodi controversi che non saranno piaciuti a Guardiola e hanno penalizzato la sua squadra.