Le parole di De Zerbi prima di Fiorentina-Benevento fanno riflettere Le parole di De Zerbi prima di Fiorentina-Benevento fanno riflettere
Il mondo del calcio italiano – e non solo – è ancora scosso dalla perdita di Davide Astori. Solo oggi, infatti, il popolo viola,... Le parole di De Zerbi prima di Fiorentina-Benevento fanno riflettere

Il mondo del calcio italiano – e non solo – è ancora scosso dalla perdita di Davide Astori.

Solo oggi, infatti, il popolo viola, e tutti quelli che hanno voluto stare vicini, ha potuto salutare il suo capitano in una cerimonia commovente e che ha stretto il cuore a tutti.

Domenica, però, sarà tempo di tornare in campo.

La Fiorentina giocherà a ora di pranzo contro il Benevento all’Artemio Franchi, in una partita che si preannuncia, già da ora, ad altissima intensità emotiva, con un’atmosfera che non sarà difficile immaginare avvolta da grandissima commozione.

E proprio oggi, in conferenza stampa, ha parlato Roberto De Zerbi, allenatore del Benevento, le cui parole sono state tutt’altro che scontate, e anzi anche abbastanza sorprendenti.

“Avremmo voluto giocare in altre condizioni. Entreremo in campo per fare risultato, ma non ci andava di giocare in questo momento, faremmo volentieri a meno di una vittoria qualora dovesse arrivare contro ragazzi che moralmente non stanno bene. Siamo pronti a retrocedere anche domattina piuttosto che vincere in un momento così tragico.

“Caro Davide, prendo io la parola a nome di tutti i nostri compagni e ti prometto che sarò breve come piaceva a te. Tutte le persone che sono qui hanno dimostrato l’affetto per te. Davide, tu non sei come tutti gli altri: anche senza sapere le lingue ti sei fatto capire con tutti, perché hai il dono di avere la lingua universale del cuore, dono di pochi. Tuo papà e tua mamma non hanno sbagliato nulla con te. Sei il compagno di squadra che ognuno può sognare di avere. Come possiamo dimenticare le tue risate? Tu, designer di fama mondiale, calciatore nel tempo libero, come amavi definirti. Il nostro pensiero oggi va a tutta la tua famiglia: il compito di tutti sarà raccontare a tua figlia che uomo eri. Voglio concludere con un aneddoto, solo nostro: al mattino quando arrivavi nella stanza della fisioterapia, eri quello che accendeva la luce. Tu sei questo per tutti noi. Luce. Grazie, Davide”. Le parole di Milan Badelj, il miglior saluto possibile per Davide Astori.

A post shared by delinquentidelpallone (@delinquenti_del_pallone) on

Scenderemo in campo per onorare al meglio Astori, rispettando tutti e cercando di fare le cose al meglio. Per me bisognava soprassedere, mettendo da parte anche interessi personali visto che restare fermi 15 giorni sarebbe stato un danno per noi.

Ma in questa situazione se ci si ferma non succede niente.” 

Related Posts

La prima da titolare di Perisic con il Bayern è andata benissimo

2019-08-31 16:04:48
delinquentidelpallone

18

Le prime parole di Ribery da giocatore della Fiorentina

2019-08-22 17:19:06
delinquentidelpallone

18

La prima giornata della Serie A 2019/20

2019-07-29 17:13:33
delinquentidelpallone

18

La prima storica vittoria di Curaçao in Gold Cup

2019-06-22 09:19:21
delinquentidelpallone

18

Le parole di Paratici su Guardiola prima di Samp-Juve

2019-05-26 16:30:24
delinquentidelpallone

18

Le parole di Maurizio Sarri sul suo futuro

2019-05-22 13:13:30
delinquentidelpallone

18

Le parole di Florenzi sulla lite con Cristiano Ronaldo

2019-05-12 21:26:40
delinquentidelpallone

18