Le parole di Cakir sul rigore non concesso alla Roma contro il Porto Le parole di Cakir sul rigore non concesso alla Roma contro il Porto
La sconfitta contro il Porto, mercoledì sera, è costata l’esonero ad Eusebio Di Francesco, che quasi sicuramente a breve verrà sostituito da Claudio Ranieri,... Le parole di Cakir sul rigore non concesso alla Roma contro il Porto

La sconfitta contro il Porto, mercoledì sera, è costata l’esonero ad Eusebio Di Francesco, che quasi sicuramente a breve verrà sostituito da Claudio Ranieri, pronto a tornare in sella sulla panchina della squadra giallorossa.

Ma la notte portoghese ha lasciato anche altri strascichi, soprattutto per quanto riguarda il discusso arbitraggio del turco Cakir.

James Pallotta, qualche ora dopo la fine del match, aveva commentato in maniera molto critica l’arbitraggio, usando anche parole molto pesanti.

Secondo quanto riportato oggi dal Corriere dello Sport, proprio l’arbitro turco Cakir sarebbe stato avvicinato in aeroporto da alcuni tifosi della Roma, che gli avrebbero fatto vedere il filmato del discusso contatto tra Marega e Schick a pochi minuti dalla fine del secondo tempo supplementare.

Il turco – che già in passato era stato criticato per diversi arbitraggi sfavorevoli alle squadre italiane – si sarebbe giustificato addossando tutte le colpe al polacco Marciniak, che dalla cabina VAR non lo avrebbe richiamato per rivedere il contatto, giudicandolo troppo leggero per essere degno di un calcio di rigore.

«Non ho dato il rigore perché non me l’hanno fatto rivedere, che potevo fare?», queste le parole riportate dal quotidiano sportivo e attribuite al direttore di gara turco.

La Roma, adesso, proverà a voltare pagina, con l’arrivo di Ranieri e la rincorsa al quarto posto.