Le parole di Antonio Conte dopo l’eliminazione dalla Champions League Le parole di Antonio Conte dopo l’eliminazione dalla Champions League
Al termine della partita persa dall’Inter contro il Barcellona, Antonio Conte ha analizzato così la sfida ai microfoni di Sky Sport. Tanti rimpianti, e... Le parole di Antonio Conte dopo l’eliminazione dalla Champions League

Al termine della partita persa dall’Inter contro il Barcellona, Antonio Conte ha analizzato così la sfida ai microfoni di Sky Sport.

Tanti rimpianti, e tanta delusione per il tecnico nerazzurro:

Le occasioni per vincere la partita le abbiamo avute, ci è mancato quel pizzico di cinismo e di precisione per cercare di concretizzare quello che abbiamo creato.

Ho poco da rimproverare ai miei calciatori perchè hanno dato tutto; è mancato il gol e abbiamo subito il 2-1 nel momento del nostro massimo sforzo“.

Continua Conte:

Stavamo premendo, spingendo e creando occasioni da gol. Dispiace soprattutto per i calciatori perché hanno dato tutto e stanno dando tutto in un periodo non semplice. Mi dispiace per l’atmosfera che c’era a San Siro, bisogna ringraziare i tifosi che ci hanno spinto dall’inizio alla fine“.

Il rimpianto è anche per le occasioni sprecate nel corso del girone:

Peccato perché poteva finire diversamente, vedendo un po’ il girone, con le prestazioni che abbiamo avuto meritavamo qualcosa in più, però alla fine quando non arrivi al turno successivo ti devi rimboccare le maniche e continuare a lavorare e far crescere questi ragazzi, anche a livello di esperienza per questo tipo di partite“.

Dispiace però bisogna rialzarsi e riprendere il cammino“.

Così Conte sulla possibilità di concentrarsi maggiormente sul campionato:

Arrivati a questo punto da parte nostra c’era voglia di andare avanti, anche perché penso lo meritassimo. In questo momento c’è delusione, però dobbiamo rialzare la testa e ripartire. Stiamo facendo delle cose importanti in un momento per noi non semplice, ora mancano due partite per Natale e dopo di che possiamo riposare“.

Non penso al mercato di gennaio, penso a recuperare dei giocatori anche perché ne abbiamo bisogno“.