Le parole di Antonio Conte al termine di Inter-Juve Le parole di Antonio Conte al termine di Inter-Juve
Nella notte di San Siro è arrivata la prima sconfitta in campionato per l’Inter di Antonio Conte, caduta per 2-1 per mano della Juventus... Le parole di Antonio Conte al termine di Inter-Juve

Nella notte di San Siro è arrivata la prima sconfitta in campionato per l’Inter di Antonio Conte, caduta per 2-1 per mano della Juventus (reti di Dybala e Higuain per i bianconeri, e di Lautaro Martinez su rigore per i nerazzurri).

Delusione nell’ambiente interista per la sconfitta, ma anche consapevolezza di aver giocato comunque una buona partita e di aver spaventato la Juventus, qualche giorno dopo la buona prestazione al Camp Nou.

L’allenatore dell’Inter ha analizzato così la partita ai microfoni di Sky Sport:

Sono orgoglioso di quello che hanno fatto i ragazzi, la partita è stata equilibrata. Loro hanno fatto valere l’esperienza e la caratura della grande squadra. Noi ci rimboccheremo le mani e continueremo a lavorare“.

Così sull’infortunio di Sensi e sulla gestione della partita:

Penso che l’infortunio di Sensi lo abbiamo pagato nel momento in cui lui è uscito, perché abbiamo perso il filo del discorso. Nel secondo tempo non abbiamo iniziato bene, ma la partita si era riequilibrata, potevamo segnare noi, poteva segnare la Juventus. Hanno fatto gol loro, e sicuramente hanno mostrato tutta l’artiglieria pesante che hanno e l’esperienza nella gestione. Penso che non ho niente da dire ai ragazzi perché hanno dato tutto, ma noi a differenza loro abbiamo tanta strada da fare”.

Conte ha negato che questa fosse una partita speciale, una di quelle che non avrebbe mai voluto perdere:

Era semplicemente una partita importante contro una squadra molto molto forte, io quando ho giocato con la Juventus ho sempre perso, è capitato con l’Arezzo e l’Atalanta, ed è capitato anche oggi. È una grande squadra, complimenti a loro“.

Questo il pensiero di Conte sulla crescita e sull’evoluzione della sua squadra:

Stiamo lavorando tanto, abbiamo bisogno di fare questo percorso e non ci sono scorciatoie. Non ci dobbiamo paragonare alla Juventus perché loro sono di un’altra categoria sotto tutti i punti di vista“.

E, infine, un po’ più nello specifico sulla prestazione dell’Inter:

Anche nella finalizzazione e sull’ultimo passaggio potevamo fare meglio, però la squadra ci è arrivata, ha prodotto. Le statistiche parlano di una sfida molto equilibrata nonostante sulla carta le squadre non siano assolutamente equilibrate“.