Le parole di Ancelotti dopo la partita contro l’Arsenal Le parole di Ancelotti dopo la partita contro l’Arsenal
L’avventura del Napoli in Europa League è terminata nella notte del San Paolo, ai quarti di finale. Il gol di Lacazette nel primo tempo... Le parole di Ancelotti dopo la partita contro l’Arsenal

L’avventura del Napoli in Europa League è terminata nella notte del San Paolo, ai quarti di finale.

Il gol di Lacazette nel primo tempo ha condannato la squadra di Ancelotti alla sconfitta, e con il 2-0 della gara di andata all’Emirates, si è concretizzata l’eliminazione, con i Gunners che ora affronteranno il Valencia nella semifinale.

Grossa delusione per il Napoli, che sperava di riscattare la stagione facendo più strada possibile in Europa League.

A fine partita Carlo Ancelotti ha analizzato così la sconfitta della sua squadra.

La partita oggi è durata 30 minuti: era stata difficile fino al gol dell’Arsenal ma abbiamo avuto due opportunità per sbloccarla. E’ chiaro che in questo tipo di partita c’è bisogno che questi episodi ti vadano bene, quando prendi gol la situazione diventa impossibile e c’è stato un calo di fiducia“.

In questo tipo di partita in cui devi rimontare gli episodi ti devono dare una mano, e oggi gli episodi non ci sono stati favorevoli, al primo sfavorevole abbiamo preso gol“.

Ancelotti ha poi parlato del momento di difficoltà della sua squadra, spiegando cosa secondo lui è cambiato in questi ultimi mesi.

Abbiamo perso un po’ di lucidità davanti, siamo più lenti e prevedibili, e questo ci crea difficoltà nella finalizzazione“.

Una parola anche per spiegare quanto successo con la sostituzione di Insigne, apparso visibilmente contrariato al momento di uscire dal campo.

Lorenzo era dispiaciuto per la situazione, per l’andamento negativo della gara, i ragazzi ci credevano molto. Era scontento per questo, non certo per il fatto di essere stato sostituito”.

Ancelotti ha poi parlato delle differenze tra il calcio italiano e quello europeo, soprattutto dopo la disfatta del nostro calcio che non è riuscito a portare squadre alle semifinali europee.

In questo contesto fa la differenza la capacità di spendere soldi, di fare investimenti e il fatturato. E in questo senso è stata un po’ una sorpresa l’eliminazione della Juventus, che ha un fatturato molto più alto del nostro, per noi bisogna fare un discorso molto diverso. Ma la sua uscita, quest’anno, rappresenta un caso, poteva andare avanti.”

Related Posts

Le parole di Paratici su Guardiola prima di Samp-Juve

2019-05-26 16:30:24
delinquentidelpallone

18

Le parole di Maurizio Sarri sul suo futuro

2019-05-22 13:13:30
delinquentidelpallone

18

Vincenzo Montella ha perso la testa dopo Parma-Fiorentina

2019-05-19 16:07:34
delinquentidelpallone

18

La pesantissima frecciata di Zidane a Bale dopo Real-Betis

2019-05-19 15:40:28
delinquentidelpallone

18

Dove andrà Allegri dopo l’addio alla Juventus?

2019-05-17 14:01:40
delinquentidelpallone

18

La furia di Gasperini dopo la finale di Coppa Italia

2019-05-15 21:29:50
delinquentidelpallone

18