In questi giorni vi stiamo presentando moltissime delle nuove divise che le squadre utilizzeranno nella stagione che è alle porte, alcune delle quali davvero...

In questi giorni vi stiamo presentando moltissime delle nuove divise che le squadre utilizzeranno nella stagione che è alle porte, alcune delle quali davvero particolari e originali.

Alcune di essere hanno ricevuto l’approvazione da parte di addetti ai lavori e tifosi mentre per altre non sono mancate le critiche, in quanto giudicate eccessive, lontane dalla tradizione o semplicemente non conformi al gusto estetico dei rispettivi tifosi.

Anche in Inghilterra è corsa alla presentazione delle nuove maglie e oggi vogliamo parlarvi proprio di alcune divise particolari, presentate nei giorni scorsi, che indosseranno i portieri del Wycombe Wanderers.

Il Waycombe Wanderers è una società calcistica, che milita nella quarta divisione del calcio inglese, con sede nella città di High Wycombe.

I colori sociali della squadra sono il blu ed il celeste e lo stemma (giudicato da FourFourTwo.com tra i 21 più brutti a livello mondiale) è un cigno dall’espressione disperata adornato di gioielli.

Come dicevamo quest’anno si sono davvero superati per quel che riguarda le divise nuove dei portieri, che non sappiano se definire una genialata (in quanto dietro c’è un discorso “tecnico” che proveremo a spiegarvi) o una pacchianata galattica. Probabilmente sono vere entrambe le cose, ma andiamo a vederle di modo che possiate giudicare con i vostri occhi.

Iniziamo con la divisa casalinga:

Mentre qui potete ammirare anche la seconda maglia:

Le maglie sono state progettate in collaborazione dal club e dal fornitore ufficiale O’Neills, che ha dato, tramite il proprio rappresentante, una spiegazione ufficiale dietro questa scelta discutibile.

Abbiamo progettato queste maglie con un design particolare per fare in modo che i portieri sembrino più grandi di quello che effettivamente sono e per distrarre l’avversario davanti alla porta. La struttura particolare della maglia, con tante frecce convergenti verso un punto centrale, è studiata apposta per attirare l’attenzione dell’avversario sulla divisa piuttosto che sulla porta“.

Anche la seconda maglia ha un pattern pensato appositamente per distrarre l’avversario e focalizzare la sua attenzione verso la divisa piuttosto che verso l’obiettivo principale, la porta.

Anche Barry Richardson, allenatore dei Wanderers, si è mostrato entusiasta della scelta: “C’è un sacco di ricerca e studio dietro la grafica di queste maglie, create appositamente per far sembrare i nostri portieri più grossi e darci un vantaggio effettivo in partita. Abbiamo sviluppato l’idea nei 2 anni passati e ora siamo finalmente soddisfatti e pronti ad indossare queste nuove divise, che speriamo possano essere apprezzate anche dai nostri fan che potranno acquistare le versioni replica”.

Ovviamente non è mancata la reazione di Scott Brown, portiere titolare dei Wanderers, che ha ammesso di non aver mai indossato una divisa da gioco così strana ma è al settimo cielo e non vede l’ora che inizi la stagione per poterla indossare.

Ora che le avete viste, e sapete la storia che c’è dietro, che ve pare?