Le motivazioni dietro alla decisione dell’Inter di levare la fascia ad Icardi Le motivazioni dietro alla decisione dell’Inter di levare la fascia ad Icardi
In tarda mattinata la notizia è arrivata a ciel sereno e ha lasciato un po’ tutti a bocca aperta: Mauro Icardi non sarà più... Le motivazioni dietro alla decisione dell’Inter di levare la fascia ad Icardi

In tarda mattinata la notizia è arrivata a ciel sereno e ha lasciato un po’ tutti a bocca aperta: Mauro Icardi non sarà più il capitano dell’Inter e al suo posto indosserà la fascia Samir Handanovic.

Una decisione indubbiamente forte alla quale si è aggiunto un ulteriore carico da 90: l’argentino non parteciperà alla trasferta di Europa League di domani perché non convocato.

Che la situazione non fosse delle più tranquille era abbastanza palese, con l’allenatore Spalletti e la società che più volte, in quest’ultimo periodo, avevano sottolineato la necessità di fare chiarezza nel più breve tempo possibile riguardo la situazione contrattuale dell’argentino.

Ciò che ha portato a questa decisione drastica però non sarebbe da ricondurre unicamente alle problematiche relative al rinnovo, con l’agente Wanda Nara che ci ha messo del suo rilasciando dichiarazioni non proprio concilianti nei confronti della società e dei compagni di squadra del marito.

Alla base della scelta, presa in comune accordo da dirigenza e allenatore, almeno stando a quanto sta trapelando, ci sarebbe l’inadeguatezza di Icardi nel ricoprire un ruolo così importante e simbolico, che richiede comunque standard molto elevati.

Spesso, nel recente passato, Icardi è finito al centro di diatribe con la tifoseria e a quanto pare anche nello spogliatoio il suo ruolo non sarebbe così riconosciuto e rispettato.

Spesso si dice che il capitano, più che con le parole, deve trascinare con l’esempio e se è vero che le sue prestazioni, tolto l’ultimo periodo, sono quasi sempre state all’altezza, con alcuni picchi anche molto alti, è altrettanto vero che il suo nome è stato spesso strumentalizzato o citato a proposito di situazioni che con il campo avevano poco a che fare.

Probabilmente nella conferenza stampa prevista tra poco Luciano Spalletti farà chiarezza soprattutto riguardo alla decisione di non convocarlo per la sfida di domani, anche se non risulta che il giocatore sia stato messo fuori rosa in maniera punitiva (come successo invece con Nainggolan, tanto per intenderci).

In casa Inter le acque sono molto agitate e l’impressione è che si sia di fronte allo snodo decisivo della stagione, sia per quel che riguarda la squadra che per quanto concerne il giocatore. Vedremo, come sempre, le risposte che darà il campo.

Related Posts

Guardare calcio fa bene alla salute: lo dice la scienza!

2019-08-13 00:00:45
delinquentidelpallone

18

Il PSG ha comprato un giocatore dalla Promozione friulana

2019-07-25 08:12:41
delinquentidelpallone

18

Lautaro Martinez, la ballata del Toro

2019-06-29 14:01:59
delinquentidelpallone

18

Altri 10 giocatori che torneranno alla Juventus dopo Buffon

2019-06-26 08:07:22
delinquentidelpallone

18

La nuova formula della Champions League proposta dalla Ligue 1

2019-06-19 13:29:43
delinquentidelpallone

18

La risposta della Roma alla conferenza stampa di Totti

2019-06-17 18:32:37
delinquentidelpallone

18

Quanto guadagnerà Maurizio Sarri alla Juventus

2019-06-15 11:52:42
delinquentidelpallone

18

Guida alla Copa America: girone C

2019-06-14 13:55:19
delinquentidelpallone

18