Le formazioni della prima partita di Walter Zenga da allenatore in Serie A Le formazioni della prima partita di Walter Zenga da allenatore in Serie A
Poche ore fa il Cagliari ha annunciato ufficialmente l’esonero di Rolando Maran, dopo un periodo negativo durato più di qualche mese, con i rossoblu... Le formazioni della prima partita di Walter Zenga da allenatore in Serie A

Poche ore fa il Cagliari ha annunciato ufficialmente l’esonero di Rolando Maran, dopo un periodo negativo durato più di qualche mese, con i rossoblu precipitati dalla zona Europa League fino alla metà della classifica.

Adesso, a quanto pare, il candidato più autorevole, il favorito principale per sedersi sulla panchina degli isolani è Walter Zenga, reduce dall’ultima esperienza in Serie B sulla panchina del Venezia, esperienza terminata con l’esonero nel marzo del 2019.

Oggi, però, vogliamo tornare indietro, con la nostra macchina del tempo virtuale, fino al giorno dell’esordio di Walter Zenga su una panchina di Serie A.

Era l‘aprile del 2008, e dopo varie esperienze all’estero (USA, Romania, Serbia, Turchia ed Emirati Arabi) Walter Zenga veniva chiamato a salvare il Catania, che navigava in cattive acque.

Zenga fece il suo esordio sulla panchina rossazzurra il 6 aprile del 2008, nella sfida giocata contro il Napoli, e terminata con un rotondo 3-0 in favore dei siciliani.

Queste le formazioni di quella partita di quasi 12 anni fa.

Catania: Polito; Sardo, Terlizzi (70′ Silvestre), Stovini, Sabato; Izco, Edusei, Giacomo Tedesco, Vargas (75′ Martinez); Colucci (37′ Baiocco), Spinesi.

Panchina: Rossi, Gazzola, Silvestri, Pià. All. Zenga

Napoli: Gianello; Santacroce (70′ Grava), Cannavaro, Domizzi, Mannini (56′ Calaiò); Pazienza, Gargano, Hamsik (81′ Bogliacino), Savini; Sosa, Lavezzi.

Panchina: Navarro, Garics, Contini, Montervino. All. Reja

Marcatori: 5′ Colucci, 16′ Spinesi, 48′ Vargas

Zenga, che aveva preso il Catania terzultimo in classifica con 29 punti (con soli 3 punti in più sull’Empoli ultimo) riuscì a portare a termine la sua missione, salvando i siciliani con 8 punti nelle ultime 7 partite, chiudendo il campionato al quartultimo posto, un punto sopra la zona retrocessione.