A 50 giorni dal Mondiale di Russia 2018, in Italia l’attesa non sembra essere poi così febbrile. Già, perché noi italiani la manifestazione la...

A 50 giorni dal Mondiale di Russia 2018, in Italia l’attesa non sembra essere poi così febbrile.

Già, perché noi italiani la manifestazione la guarderemo dal divano, dopo lo sciagurato playoff contro la Svezia, e a dire il vero abbiamo anche bisogno di risolvere in pieno il rebus del prossimo commissario tecnico.

Dando per scontato che Gigi Di Biagio non verrà confermato, la FIGC è da mesi a caccia del nuovo allenatore della nostra Nazionale.

Secondo le ultime indiscrezioni sono rimasti ormai in tre a correre per la panchina azzurra: Roberto Mancini, Claudio Ranieri e Carlo Ancelotti, tre nomi di spicco e di prestigio.

Ma uno più di tutti gli altri sembra essere il preferito dei tifosi azzurri, vuoi per il suo palmares, vuoi per il lato umano, unanimemente riconosciuto da quasi tutti. Stiamo parlando di Carletto Ancelotti, recentemente liberato dal Bayern Monaco.

Ma per portare Ancelotti sulla panchina dell’Italia, serviranno probabilmente più dei 5 milioni stanziati dalla Federazione, anche se quello potrebbe essere un ostacolo superabile.

Ancelotti, però, a quanto pare ha posto due condizioni per accettare l’incarico: in particolare, ha chiesto due nomi dai quali vuole essere affiancato sulla panchina dell’Italia, ovvero suo figlio Davide e Andrea Pirlo, che sarebbe così alla sua prima esperienza dopo il ritiro di qualche mese fa.