Le cose si stanno mettendo male per il Tottenham Le cose si stanno mettendo male per il Tottenham
In questa stagione anomala, piena di difficoltà e con impegni ancora più ravvicinati del solito – soprattutto per chi è ancora in corsa nelle... Le cose si stanno mettendo male per il Tottenham

In questa stagione anomala, piena di difficoltà e con impegni ancora più ravvicinati del solito – soprattutto per chi è ancora in corsa nelle coppe europee – sono molte le squadre che stanno attraversando un momento di difficoltà, chi più, chi meno.

Soprattutto in Premier League, sono diverse le big che vivono un periodo di appannamento piuttosto evidente: il Liverpool, in campionato, ha praticamente quasi mollato gli ormeggi, l’Arsenal è ormai scivolato al margine estremo della parte sinistra della classifica, il Chelsea tra alti e bassi cerca con fatica di rientrare tra le prime 4.

E, a queste, bisogna aggiungere il Tottenham di José Mourinho, che dopo il breve intermezzo felice in Europa League oggi è tornato a scontrarsi con la dura realtà del campionato inglese.

Gli Spurs sono stati sconfitti 2-1 dal West Ham; gol di Antonio e di Lingard, distanze accorciate da Lucas Moura, poi nel finale il Tottenham ha colpito una traversa con Bale e soprattutto un palo, in pieno recupero, con il solito Son.

Una sconfitta pesantissima per la squadra di Mourinho, che adesso è scivolata addirittura al nono posto, a meno nove dallo stesso West Ham (che deve pure recuperare una partita), e con il rischio concreto di rimanere addirittura fuori dalle coppe nella prossima stagione, con tutto quello che ne consegue, soprattutto economicamente.

Agli Spurs, giunti alla quinta sconfitta nelle ultime sei partite di campionato, restano l’Europa League (che mette in palio un posto in Champions, particolare non trascurabile) e la finale di Coppa di Lega, doave però ci sarà di fronte il micidiale Manchester City, anche oggi vincente.