Le 7 prestazioni più eroiche compiute da squadre in inferiorità numerica Le 7 prestazioni più eroiche compiute da squadre in inferiorità numerica
Nils Liedholm, non proprio l’ultimo arrivato, sosteneva che in 10 uomini si gioca meglio che in 11; non sappiamo quanto il Barone credesse veramente... Le 7 prestazioni più eroiche compiute da squadre in inferiorità numerica

Nils Liedholm, non proprio l’ultimo arrivato, sosteneva che in 10 uomini si gioca meglio che in 11; non sappiamo quanto il Barone credesse veramente in quella affermazione passata alla storia, fatto sta che nel corso del tempo ci sono state alcune squadre che sono riuscite a compiere grandissime imprese proprio in inferiorità numerica.

Il più spesso delle volte queste squadre, costrette dall’arbitro a giocare in 10, hanno dovuto lottare con le unghie e con i denti per portare a casa il risultato positivo e, in qualche caso, abbiamo assistito a vere e proprie imprese che potremmo tranquillamente definire eroiche.

E’ il caso, ad esempio, di queste sette prestazioni, compiute da squadre in inferiorità numerica, che il sito specializzato FourFourTwo ha indicato come le più eroiche di sempre e che ora andremo a presentarvi.

Spagna-Irlanda del Nord 0-1 (1982)

Siamo nei Mondiali di Spagna dell’82, a noi molto cari in quanto conclusi con un fantastico successo.




I padroni di casa della Spagna, nel primo turno, affrontarono l’Irlanda del Nord in una partita che, nei loro piani, avrebbe dovuto essere agevole e invece si rivelò tremenda.

L’Irlanda del Nord infatti passa in vantaggio con Gerry Armstrong all’inizio della ripresa ed è ridotta in 10 uomini al 60′, quando manca ancora mezzora di gioco.

Le barricate irlandesi però resistono e la Spagna non può fare altro che arrendersi e concedere l’intera posta agli irlandesi.

Manchester United-Arsenal 2-1 (1999)

Manchester United e Arsenal, nel corso della propria storia, si sono affrontate migliaia di volte ma questo replay di semifinale di Fa Cup, andato in scena nel 1999, è senza dubbio uno degli scontri più epici tra le due squadre.

Il punteggio è fissato sul risultato di 1-1 quando Roy Keane, e come ti sbagli, viene espulso al minuto 74 per un intervento insensato ai danni di Marc Overmars ed è costretto ad abbandonare la contesa.

A tempo ormai scaduto viene concesso un rigore a favore dei Gunners e tutto lascia pensare ad un trionfo dell’Arsenal. Peter Schmeichel però non è dello stesso avviso e neutralizza il rigore calciato da Bergkamp mandando la partita ai supplementari.

Qui un fenomeno di nome Ryan Giggs, al minuto 109, si inventa un gol fantastico che consente ai suoi di approdare in finale.



Barcellona-Inter 1-0 (2010)

Semifinale di Champions League, l’Inter va al Camp Nou forte della vittoria per 3-1 ottenuta a S.Siro. La partita sarebbe di quelle ostiche anche in 11 contro 11 e diventa quasi proibitiva quando, al minuto 28, Thiago Motta viene espulso per una manata nei confronti di Busquets (che ci mette gli effetti speciali).

I ragazzi di Mourinho, però, difendono come leoni per 70 minuti e solo all’84’ Pique riesce a sbloccare la gara realizzando la rete della speranza blaugrana.

Per qualificarsi ne servirebbe un’altra, che non arriverà mai per la strenua resistenza nerazzurra che consente agli uomini dello Special One di approdare in finale. Indubbiamente una delle imprese eroiche più grandi di sempre.



Tottenham-Manchester City 3-4 (2004)

Una delle classiche partite che potrebbe avvalorare l’assunto di Liedholm. Nel quarto turno di FA Cup del 2004 si affontano Tottenham e Manchester City: la partita si mette subito bene per i padroni di casa all’intervallo sono avanti per 3-0.

A complicare le cose per i Citizens ci si mette Joey Barton che viene espulso per doppia ammonizione lasciando i suoi in 10 uomini. Quella che potrebbe trasformarsi in disfatta diventa invece una delle rimonte più incredibili di tutti i tempi: il City riesce non solo a pareggiare la partita, che avrebbe permesso un incredibile epilogo nei supplementari, ma addirittura a vincerla all’ultimo minuto grazie ad un colpo di testa di John Macken.



Inghilterra-Brasile 1-2 (2002)

Quarti di finale dei Mondiali di calcio di Corea e Giappone del 2002, si affrontano Inghilterra e la squadra favorita del torneo, il Brasile.

Gli inglesi passano inaspettatamente in vantaggio grazie al gol realizzato da Michael Owen e hanno addirittura un paio di occasioni per raddoppiare che però non sfruttano a dovere.




Così Rivaldo, dopo un’azione personale di Ronaldinho, rimette la partita in parità e lo stesso Ronaldinho su punizione, e con la complicità del portiere inglese, ribalta il match portando avanti il Brasile.

Al 58′ però Ronaldinho viene espulso (ingiustamente) per un intervento Mills e lascia i suoi in 10 per oltre 30 minuti. L’Inghilterra però non riesce a segnare e a passare il turno sarà il Brasile, che a fine torneo alzerà anche la Coppa del Mondo.

Barcellona-Chelsea 2-2 (2012)

Semifinale di ritorno di Champions League al Camp Nou, si affrontano Barcellona e Chelsea dopo che il match di andata aveva visto prevalere i Blues grazie alla rete realizzata da Drogba.

In casa il Barcellona di quegli anni, guidato da Pep Guardiola, era veramente spaventoso e in pochi davano favorito il Chelsea, nonostante il risultato dell’andata.

Le speranze di gloria dei ragazzi di Di Matteo essere del tutto vane quando si trovano sotto di due reti e con un uomo in meno, a causa dell’espulsione di John Terry al minuto 43.

Ramires però riesce ad accorciare sul 2-1 nei minuti di recupero del primo tempo e Fernando Torres, sul finire della partita dopo un’eroica resistenza, riesce addirittura a trovare la via del pareggio consentendo ai suoi di approdare in finale.

Chelsea-PSG 2-2 (2015)

Partita assolutamente folla quella andata in scena 2 anni fa a Stamford Bridge tra Chelsea e PSG negli ottavi di finale di Champions League.

La gara di andata, in Francia, si era conclusa in parità col risultato di 1-1, tutto sommato buono per gli inglesi che avrebbero giocato il ritorno tra le mura amiche.

Le speranze dei Blues di qualificazione aumentano ulteriormente quando al 31′ minuto Zlatan Ibrahimovic, l’uomo più rappresentativo dei suoi, viene espulso.

Il Psg però non si da per vinto e alla rete di Gary Cahill risponde David Luiz, ex di turno, che manda la partita ai supplementari. Qui è di nuovo il Chelsea a passare in vantaggio con il rigore trasformato da Hazard ma nuovamente la squadra parigina riesce a trovare il pareggio, questa volta con l’altro centrale difensivo: Thiago Silva.

In 10 uomini per 90 minuti alla fine è il PSG a passare il turno, grazie ad un’impresa incredibile.

Ce ne sarebbero molte altre da citare, se ve ne viene in mente qualcuna di particolarmente epica potete scrivercela nei commenti. E queste ve le ricordavate? A quale siete più “affezionati”?

Related Posts

Le squadre più fallose d’Europa

2017-12-12 11:51:02
delinquentidelpallone

18

Le 5 squadre ancora imbattute in Europa

2017-12-03 13:15:47
delinquentidelpallone

18

Le 5 squadre per cui faremo il tifo ai Mondiali

2017-12-01 09:43:09
delinquentidelpallone

18

L’età media delle squadre qualificate ai Mondiali

2017-11-28 09:52:18
delinquentidelpallone

18

Le 7 squadre ancora imbattute in Europa

2017-10-22 08:47:15
delinquentidelpallone

18