Le 10 carognate più infime della carriera di Diego Costa Le 10 carognate più infime della carriera di Diego Costa
Compie oggi 27 anni, portati malissimo in verità, Diego da Silva Costa, semplicemente Diego Costa, per gli amici, e per noi, IL delinquente per... Le 10 carognate più infime della carriera di Diego Costa

Compie oggi 27 anni, portati malissimo in verità, Diego da Silva Costa, semplicemente Diego Costa, per gli amici, e per noi, IL delinquente per antonomasia. Uno dei calciatori più tremendi da affrontare su un campo da calcio, per la carogna che si porta dietro e per la predisposizione a far perdere la pazienza agli avversari, per poi fare tranquillamente la vittima.

Per festeggiare il genetliaco del nostro eroe, abbiamo pensato bene di raccogliere 10 (potevano essere 100, eh) tra le carognate e delinquentate più significative della carriera del puntero del Chelsea. Buon divertimento e, occhio, che tempo che arrivate a metà classifica potrebbe arrivarvi un pugno a tradimento nello stomaco. Che Diegone nostro è fatto così.

dcff

La guerra con Federico Fazio

Marcare da vicino Diego Costa è una delle esperienze peggiori che possa capitare ad un difensore. Ne sa qualcosa Federico Fazio, all’epoca al Siviglia, che ebbe un gran bel lavoro da fare con Diegone in uno dei loro tanti scontri.

Mani addosso, pugni nello stomaco, dita in bocca. Tra i due si scatena una vera e propria guerra senza esclusione di colpi, come di consueto. Il colpo migliore, però, lo sferra Fazio: un gancione in pieno stomaco all’attaccante allora in forza all’Atletico Madrid, un colpo che Diego incassa per poi correre, come d’abitudine, a chiedere l’espulsione dell’avversario. Eroico.

dccala

L’alterco con Cala

Ancora Atletico Madrid-Siviglia: il buon Diego deve avere un’amicizia particolare con quelli in bianco e rosso. Stavolta il co-protagonista è Cala, che con Diego riesce a dar vita a quello che gli spagnoli chiamano (parola meravigliosa che vorremmo far nostra per sempre) rifirrafe.

Più che altro, è Diego Costa a delinquere in maniera sconsiderata. Cala, dopo uno scontro di gioco, gli punta un dito in faccia, gli si avvicina minaccioso e, nemmeno il tempo di fargli assaporare l’alito, lo spagnobrasiliano è già volato per terra simulando di aver ricevuto una testata. Si accende un parapiglia sedato a fatica, mentre il replay mostra il capolavoro di Diego Costa che va giù come se gli avessero sparato in pieno petto.

Related Posts

I 5 allenatori che prenderanno più cartellini gialli in Serie A

2019-09-15 08:50:24
delinquentidelpallone

18

Le squadre più vincenti del mondo

2019-09-13 08:43:23
delinquentidelpallone

18

I 20 giocatori più forti di FIFA 20

2019-09-09 09:52:52
delinquentidelpallone

18

I calciatori più veloci della Serie A 2019/20

2019-09-07 10:07:09
delinquentidelpallone

18

Le partite più belle della pausa nazionali

2019-09-03 10:25:36
delinquentidelpallone

18

Next page